A Cesena… niente luci rosse. Solo luci bianche e nere

Mentre a Reggio Emilia continua ad impazzare il ‘caso Voltolini’, in riva al Savio dobbiamo accontentarci del ‘caso De Feudis’. Intanto il Cavalluccio è forse guarito definitivamente
25.11.2019 12:00 di Flavio Bertozzi   Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
A Cesena… niente luci rosse. Solo luci bianche e nere

SPIATI
 • Quelli che… hanno seguito con la massima - ehm ehm - attenzione la rovente vicenda a luci rosse che ha visto come protagonista l’accaldato portiere della Reggiana Matteo Voltolini, ripreso da uno smartphone mentre faceva sesso all’interno del bagno di un noto locale della città emiliana
 • Quelli che… hanno preferito concentrarsi sulle stories bianconere. Perché, anche il nuovo taglio di capelli di Butic, una verruca malandrina di Ricci o un’unghia (molto) incarnita di Capellini, sanno regalare emozioni forti. Fortissime. Almeno a tutti coloro che, da sempre, vivono ‘solo’ a pane e Cavalluccio
 • Ma anche quelli che… hanno fatto prontamente (e giustamente) notare che, dei casi in ‘stile Voltolini’, nella più morigerata Cesena, non possono succedere. A meno che non vogliate considerare come hot pure il video (cercatelo in rete…) in cui si vede il mitico De Feudis in mutande e canottiera in un camerino di Zara…


AVVISATI
 • Quelli che… hanno fatto caso alle recenti dichiarazioni proferite da Antonio Conte: ‘Prima delle partite i rapporti sessuali dei calciatori non devono durare troppo a lungo. Bisogna fare il minor sforzo possibile, quindi è meglio rimanere sotto la partner…’.
 • Quelli che… si sono subito chiesti: ma il buon Agliardi, che alla vigilia della sfida col Modena era ben consapevole di essere destinato a una panchina certa, avrà dato ascolto al tecnico dell’Inter?
 • Ma anche quelli che… hanno deciso di riavvolgere il nastro della memoria. E di sfoderare il domandone del decennio: ma  Mutu, Ghezzal e Benalouane, in quella famosa stagione 2011-12, quando facevano l’amore, stavano sopra o sotto? Stai a vedere che, quella volta, Giampaolo ha sbagliato (anche) sul fronte del kamasutra. E pensare che, a Cesena, c’è ancora chi difende il Maestro di Bellinzona


APPLAUDITI
 • Mi dicono dalla regia che devo parlare anche un po’ di calcio ‘vero’. Ed allora…quelli che… si stanno godendo a pieni polmoni questa pesante vittoria arpionata contro i canarini. Quinto risultato utile consecutivo, ramadan casalingo spezzato dopo quasi 2 mesi, zona play-off sempre più nel mirino: il Cesena è (forse) guarito definitivamente
 • Quelli che… fanno i complimenti a Marson (tre gare giocate, tre partite con la porta bianconera inviolata), al tandem Maddaloni-Brunetti (per la serie ‘Seconde linee a chi?’), a Borello (per lui, nel derby, è arrivato il quarto gol stagionale), a Modesto (che piano piano si è… bisolizzato) e pure a Capellini (giovane ‘vecchio’ cuore bianconero)
 • Ma anche quelli che… non sono mai contenti. Che continuano a chiedere di più a Butic. A Ciofi. A Franchini. A Pelliccioni. A Patrignani. Ai già citati Modesto e Capellini. Alla stampa locale. Tu chiamali se vuoi… incontentabili. A luci bianche e nere, però.