Le pagelle di Imolese-Cesena | Bianconeri per una volta cinici

I ragazzi di Viali si impongono con un risultato che non lascia adito ad interpretazioni.
16.02.2020 17:40 di Bruno Rosati   Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
Le pagelle di Imolese-Cesena | Bianconeri per una volta cinici

Marson 5 E dire che aveva cominciato bene con una grande parata su Ferretti… Male sulla prima vera conclusione dell’Imolese nella ripresa. Ancora peggio sulla ribattuta di Valeau con cui si fa praticamente gol da solo.

Zampano 7 Si accende e i bianconeri passano in vantaggio, non corre un rischio che sia uno. Imprescindibile. (Dal 83' Maddaloni S.V. Rivede il campo. E ’sta volta non c’è nessuna ragione per prendersela con lui: è già una buona notizia.)

Ricci 6,5 Pilota automatico su Chinellato che non vede palla. Anche Belcastro non costituisce un problema. La concentrazione della squadra cala non appena esce dal campo. È da questi dettagli che si riconosce un leader. (Dal 64' De Santis 6 Entra sul 4 a 0 e si prodiga affinché il pomeriggio non svolti in negativo. Non ha colpe in occasione del gol, sul quale viene preso in mezzo.)

Brignani 6 Salto dello squalo (Ferretti). No, non è l’episodio che segna l’inesorabile declino di una serie tv. Si arrangia alla bell’e meglio sull’ex bianconero, non impeccabile sul primo tiro in occasione della rete rossoblù.

Valeri 6 Sufficienza, la stessa con cui gioca per larghi tratti della gara. Piuttosto svagato, concede molto più spazio del solito sulla fascia di competenza. Però il rigore conquistato, in quel preciso frangente, ha un peso enorme e tanto basta per ottenere il sei in pagella.

Ardizzone 6,5 Metronomo del centrocampo, taglia e cuce, rifornendo in abbondanza i due trequartisti.

De Feudis 7,5 Cento, duecento, trecento… e magari pure quattrocento partite in bianconero. L’esito è sempre lo stesso: spezza ogni trama che gli avversari tentano di imbastire, dirige in assoluto controllo. La solita garanzia.

Capellini 7 Tambureggiante, viene riproposto dopo qualche settimana di naftalina e non tradisce le attese. Stremato, stringe i denti fino all’ultimo per non lasciare la squadra in difficoltà.

Borello 6,5 Imprendibile fra le maglie rossoblù. Non abbandona il vecchio vizio di perdere sempre un tempo di gioco che consente agli avversari di riposizionarsi. Ma per oggi si può sorvolare. (Dal 64' Rosaia 6 Entra per chiudere ogni spiraglio. Gli riesce solo in parte, commettendo qualche fallo di troppo.)

Zerbin 8 Riesce finalmente a vincere la timidezza. L’inizio è un po’ sottotono, la prima rete gli infonde il coraggio necessario per spaccare in due la gara. A segno di destro e poi di sinistro, freddo quando scarta il portiere. Arma letale. (Dal 71' Lo Faso 5,5 Spezzone di match alla ‘Borello dei giorni peggiori’. Testardo negli uno contro uno, si incaponisce finendo per perdere palla. È comunque necessario che accumuli minuti per affinare l’intesa con i compagni.)

Caturano 7,5 Rincorsa in slow motion dal dischetto, mantiene i nervi saldi e incanala definitivamente il match. Punto esclamativo il gol su azione finalmente ritrovato. (Dal 64' Butic 6 Si sbatte su tutto il fronte offensivo. Redivivo, rientra in campo con una vistosa fasciatura dopo lo scontro con Rossi.)

Viali 7 Il normalizzatore. Riesce a rendere semplice quello che prima sembrava impossibile. Al contrario di ciò a cui si assisteva prima, tira fuori il meglio dagli undici in campo che si riscoprono inaspettatamente concreti sotto porta.

Cesena FC 7 La partita era più difficile di quanto il risultato finale lascia intendere. L’episodio che porta al terzo gol è piuttosto fortunato e condiziona inevitabilmente lo svolgimento della gara. Bene la verve scoperta in zona gol. Da cancellare il prima possibile il rilassamento collettivo degli ultimi venti minuti.