Le pagelle di Cesena-Fano | AJ Styles

Suicidio perfetto.
07.12.2019 23:20 di Bruno Rosati   Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
Le pagelle di Cesena-Fano | AJ Styles

Marson 3 Rivedibile il posizionamento sul secondo gol. Inaccettabile la mancanza di concentrazione con cui approccia alla ripresa, costando la terza rete e chiudendo di fatto i giochi.

Maddaloni 3,5 Il suo ruolo è al centro della difesa, sulla destra fa fatica e questo lo sapevamo. Il suo cattivo posizionamento porta la squadra a sbilanciarsi nell’azione che porta al rigore. Non si riprende più, difettando in ogni marcatura e calciando più palloni fuori che dentro al campo.

Brignani 3 Sovrastato in tutto e per tutto da Barbuti, ha la maggior parte delle responsabilità sul secondo e sul quarto gol. Non riesce a farsi valere nei (pochi) calci d’angolo a favore.

Brunetti S.V. Il fallo che porta al rigore c’è ma nello sviluppo di quell’azione è l’errore meno grave. E comunque, per quanto compromettente, quell’episodio non può giustificare l’atteggiamento inerme tenuto dai compagni per novanta minuti.

Zerbin 4,5 Terzino, se non quando centrale aggiunto, suo malgrado. Sbaglia tanti appoggi facili, apre al fano tanti contropiedi. Fuori ruolo e fuori serata. (Dal 61' Franco 5,5 Con il suo ingresso la squadra trova un minimo beneficio in termini di palleggio ma non riesce a dare la scossa.)

De Feudis 5,5 Gara complicatissima, fa quel che può per tamponare gli svarioni dei compagni ma non ha il dono dell’ubiquità. (Dal 74' Sarao S.V.)

Rosaia 5,5 Giocare con un uomo in meno, per forza di cose, costringe chi gioca in determinati ruoli a correre ben più del solito. Non si risparmia ma soffre tantissimo. Così, quando gli capita qualche sporadica occasione di calciare da fuori, ciabatta il tiro.

Valeri 5,5 Forse l’unico a non aver demeritato, almeno sino all’ottantesimo. Poi lascia aperta un’autostrada a Diop che si invola in contropiede e serve a Kanis la palla del 4 a 0.

Borello 5 La palla non gira, decide di andare a prendersela sin dentro la propria area di rigore. Trotterella a vuoto in qua e in là. Inefficace. (Dal 61' Zampano S.V. Poco più di mezz’ora ad incontro già ampiamente compromesso, sarebbe ingeneroso giudicarlo per quanto visto oggi.)

Russini 5,5 Al netto del gol annullato (per fuorigioco dubbio), è il bianconero a rendersi più pericoloso. Salta continuamente gli avversari che lo raddoppiano ma si intestardisce nel tenere troppo il pallone. Ha la chance di replicare la splendida punizione di Salò, ci va soltanto vicino. (Dal 74' Zecca S.V.)

Butic 5,5 Quasi mai servito, cerca di far salire la squadra sacrificandosi a centrocampo. Viscovo gli dice di no due o tre volte, finisce per appiattirsi sul leitmotiv generale.

Modesto 5 Tre gol su quattro sono da imputare esclusivamente ad errori individuali, viene però spiazzato dal trovarsi immediatamente sotto di due gol. Dovrebbe essere l’ultimo a smettere di crederci, invece si ha come l’impressione che sia il primo a dare la gara per persa, preservando i cambi per il prossimo appuntamento.

Cesena FC 4 Il gruppo è giovane ed ha bisogno di una guida. Questo solitamente porta a mettere ancora più sotto la lente d’ingrandimento l’allenatore. Ad un certo punto però occorre anche che i giocatori inizino a prendersi le proprie responsabilità. Inconcepibile la superficialità collettiva con cui si è arrivati a questa partita, appare del tutto smarrito il basso profilo che aveva permesso di sbancare Gubbio e di vincere contro il Modena. A qualcuno hanno fatto male i generosissimi complimenti ricevuti nelle ultime settimane.