Le pagelle di Carpi-Cesena | Peccati di gioventù

Tracollo clamoroso e imprevedibile subito alla prima gara.
25.08.2019 17:30 di Bruno Rosati   Vedi letture
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
Le pagelle di Carpi-Cesena | Peccati di gioventù

Agliardi 6 Nel giorno del conseguimento del record (eguagliato De Feudis), passa un pomeriggio tremendo. Quasi riesce ad arrivare sul rigore, evita un passivo ancora peggiore. Caro Chicco, ne abbiamo passate assieme di cotte e di crude, verranno tempi migliori.

Maddaloni 5,5 Il difensore meno esperto è quello che fra tutti fa la figura meno brutta. La prestazione comunque non è positiva. Si fa anticipare spesso da Jelenic, reclamando invano qualche fallo. (Dal 90' Brunetti S.V.)

Brignani 5 Comincia con coraggio, cercando più volte l’anticipo sui passaggi avversari. Vano è una ‘brutta bestia’ ma non riesce proprio a contenerlo, né di fisico né in velocità. (Dal 46' Ricci 4 L’errore più grave porta la sua firma. Dal difensore più voluto e cercato di tutta l’estate non ce lo si aspettava. Il suo sciagurato passaggio porta al rigore che ammazza la partita.)

Sabato 5 Cerca di arginare come può su Pellegrini a due passi dalla porta, gli va male. La colpa più grave è il fallo che gli costa la prima ammonizione.

Franchini 5 Primo tempo in grande difficoltà, nel secondo tempo desaparecido. Invisibile quando la squadra affonda.

Franco 6 Il migliore nel primo tempo, nei secondi quarantacinque minuti si perde un po’ come tutti. Volenteroso nel cercare di costruire gioco dal basso, l’esito però è poca cosa.

Rosaia 5,5 Grande sacrificio, è l’unico a non smarrire la voglia di dar battaglia nonostante tutto. La frenesia però lo porta a commettere troppi falli. (Dal 90' Valencia S.V.)

Valeri 5,5 L’intesa con Russini non è delle migliori, va meglio quando si trova a triangolare con Sabato. Sostituito per ritrovare un pareggio che non arriverà più. (Dal 61' Cortesi 5 Entra per spingere ma non riesce a superare la metà campo. In copertura non azzecca una scelta che sia una.)

Borello 6 Autore del pareggio estemporaneo, materializza pure due palloni sulle teste di Butic e Sarao che però non riescono andare a segno.

Butic 5,5 Bello il colpo di testa che vale quasi il 2 a 2. Più brutto il retropassaggio che offre al Carpi un contropiede non sfruttato. Partita per lo più non giudicabile, dato che la squadra non lo cerca (e non lo trova).

Russini 5,5 Lampo nel buio. La serie di dribbling con cui arriva sul fondo e serve il pallone a Borello è roba da stropicciarsi gli occhi. Per il resto, non si decide a passare la palla, rallenta il gioco e consente al Carpi di riposizionarsi. (Dal 61' Sarao 6 Sei per il palo preso. Per il resto non viene mai raggiunto dai compagni.)

Modesto 5 Atteggiamento, atteggiamento e atteggiamento… “Contro Milan o Vis Pesaro ci deve essere sempre lo stesso atteggiamento”. Questo è stato il leitmotiv che abbiamo potuto ascoltare in queste settimane. La squadra però se la fa sotto quando capisce che gli avversari sono più forti. Sfortunato nei cambi che, di fatto, peggiorano la situazione.

Cesena FC 5 Il voto poteva essere anche più basso ma non serve emettere sentenze già alla prima giornata. Quel che è stato è stato e, molto probabilmente, il valore del Carpi è nettamente superiore a quello dei bianconeri. Una disfatta del genere però non era pronosticabile. Occorre rialzarsi quanto prima.