Edmeo: un buon amico

Quello che ci manca del gigantesco Presidente: la franchezza
26.09.2017 23:01 di Bruno Rosati  articolo letto 1348 volte
Edmeo: un buon amico

La separazione è una condizione con la quale ogni persona si deve misurare nel corso della propria esistenza. La mancanza è la sensazione di vuoto che molto spesso ne consegue. Impensabile non cozzarci mai per una vita intera. 
Le persone se ne vanno, ci lasciano e noi, finché restiamo qui, ne sentiamo la mancanza. Un’ineluttabile regola dello scorrere del tempo, della quale dobbiamo prendere atto. Ed è una cosa che ognuno di noi, nell’intimità dei propri sentimenti, trova profondamente ingiusta. 
Oggi ci manca Edmeo Lugaresi, presidente del Cesena calcio dal 1980 al 2002. 
Quello che ci manca non sono le gag televisive di qualche trasmissione satirica che trovava divertente il suo italiano ruvido, poco forbito. Quello che ci manca non sono le svariate parodie scaturite dalla sua persona in qualche commedia cinematografica degli anni Ottanta. Quello che ci manca non è uno che ci porti Walter Schachner per vincere contro la Juve e il Bologna. 
Ci mancano la sua spontanea genuinità e il suo sapersi rapportare alla pari con chiunque, con una franchezza - talvolta anche eccessiva - che al giorno d’oggi non si trova in giro. 
Sono passati sette anni dalla sua dipartita, un periodo sufficientemente lungo perché il mondo possa cambiare più e più volte. La sua assenza però pesa ancora e continuerà a pesare, non potrebbe essere altrimenti. E qualsiasi espediente si provi ad adottare, non ne esiste uno in grado di sopperire a questo senso di smarrimento, correlato alla perdita di un punto di riferimento. 
Quando qualcuno ci lascia, capita di sentire dedicata per lui Wish you were here dei Pink Floyd. Pensiero legittimo ed anche molto tenero perché risalta ed evidenzia la più libera ed istintiva delle nostre preghiere. Ma anche ingenuo perché chiunque è ben consapevole che così non potrà essere. 
Nel ricordare Edmeo calzano a pennello le parole degli Alan Parson Project, nella loro Old and Wise: “Nel caso mi chiedessero se ti ho conosciuto / sorriderei e risponderei che eri un mio amico / e la tristezza scomparirebbe dai miei occhi”. Perché in fondo Edmeo è stato questo per ognuno di noi, un buon amico.

“Voi che ho lasciato indietro voglio che sappiate che mi seguite ovunque io vada”.