Serie C a porte chiuse: decisione giusta?

07.03.2020 10:08 di Redazione TUTTOCesena   Vedi letture
Capotondi, vicepresidente di C
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Capotondi, vicepresidente di C

In ottemperanza al decreto ministeriale firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte anche la serie C, come praticamente tutto il resto del calcio italiano, ha deciso di andare avanti almeno per un mese a porte chiuse. Niente derby con Ravenna (ma i bar restano aperti, eh) e Rimini per i tifosi, niente assembramenti nei pressi dello stadio per far sentire da fuori il proprio calore. Niente coreografie, niente cori, niente passione. 

Tutto fermo per cause di forza maggiore, ovvero per limitare e rallentare la diffusione del temibile Coronavirus.

Ora TuttoCesena vi chiede: è una decisione giusta? Avreste preferito sospendere il campionato e magari riprenderlo più avanti a costo di giocare in estate? Oppure è una decisione tardiva: perchè rinviare tre turni e poi giocare a porte chiuse? O non c'era proprio altra soluzione?

CLICCA QUI PER VOTARE

Piccola precisazione: non vi stiamo chiedendo come contrastare il coronavirus, visto che a quello ci pensa già la commissione di esperti nominata dal Governo più qualche milione di utenti facebook laureati in virologia nell'università della strada. TuttoCesena vi chiede semplicemente una valutazione relativa all'applicazione del decreto ministeriale al campionato di serie C.