Ravenna-Cesena 1-1 | Punto di reazione

La diretta testuale del nostro amato Cavalluccio!
27.10.2019 14:45 di Redazione TUTTOCesena   Vedi letture
Ravenna-Cesena 1-1 | Punto di reazione

Ravenna 1
Cesena 1

RAVENNA (3-5-2): Spurio; Ronchi, Jidayi, Sirri; Grassini (42' st Nigretti), Selleri (17' st Papa), D’Eramo, Lora (30' st Mustacciolo), Purro; Nocciolini (30' st Raffini), Giovinco (42' st Fyda). A disp.: Cincilla, Ricchi, Sabba. All.: Foschi

CESENA (3-4-3): Agliardi; Ciofi, Ricci, Sabato (34' pt Brignani); Capellini (29' st Franchini), Rosaia, De Feudis, Valeri; Butic, Sarao (29' st Borello), Zerbin (37' st Franco). A disp.: Marson, Stefanelli, Giraudo, Brunetti, Maddaloni, Valencia, Zecca. All.: Modesto

ARBITRO: Federico Fontani di Siena. Assistenti: Giuseppe Centrone di Molfetta e Ciro Di Maio di Molfetta

RETI: 45' pt Nocciolini (R), 5' st Valeri (C)

NOTE: Ammoniti Lora (R), Grassini (R), Foschi (R), Sirri (R), Zerbin (C), Valeri (C). Borello (C)

Il Cesena mostra i denti e riacciuffa la gara. Nel secondo tempo il predominio dei bianconeri non è mai in discussione. È un punto che ha più il sapore di occasione mancata per una vittoria che serve tuttora come il pane, più che un punto raggranellato per un pelo. Adesso testa a Fermo per scoprire se i bianconeri riusciranno a rilanciare definitivamente le proprie ambizioni.

49' st Non succede più nulla e finisce la gara. Ravenna-Cesena 1-1

49' st Segnalato fuorigioco di Rosaia

45' st Assegnati quattro minuti di recupero

45' st Ammoniti Borello ed un giocatore del Ravenna per reciproci dispetti

44' st Brignani svetta su calcio d’angolo ma non inquadra la porta

42' st Altri cambi per il Ravenna. Escono Giovinco per Fyda e Grassini per Nigretti

37' st Altro cambio per il Cesena. Franco prende il posto di Zerbin

34' st Ammonito Valeri

33' st Colpo di testa di Ricci che non inquadra la porta

30' st Doppio cambio anche tra le fila giallorosse: fuori Lora e Nocciolini per Mustacciolo e Raffini

29' st Doppio cambio bianconero. Franchini e Borello entrano per Sarao e Capellini

28' st Cross telefonato di Ricci dalla destra

25' st Jidayi lamenta crampi, gioco fermo

23' st Zerbin si mangia il vantaggio

17' st Primo cambio giallorosso: Papa subentra a Selleri

16' st Ci riprova Valeri ma questa volta la conclusione termina alta

16' st Cross di Butic, il Ravenna si rifugia in corner

14' st Il Ravenna usufruisce di una punizione, la difesa bianconera libera male e il pallone arriva a Lora che spara altissimo

13' st Giovinco prova a sfruttare una prateria in contropiede ma Zerbin lo abbatte e si prende il giallo

12' st Sirri atterra Butic: ammonito

11' st Zerbin prova il tiro ma il suo sparo termina di parecchi metri a lato

9' st Nuovo traversone di Grassini sulla sinistra. Questa volta però c’è De Feudis a metterci una pezza

Il gol. Butic si allarga sulla destra e lascia partire un traversone per il versante opposto sul quale arriva la corrente Valeri che di prima calcia al volo e segna

5' st GOOOOOOOOOLLL!!! La pareggia Valeri. Ravenna-Cesena 1-1

2' st Ciofi prova l’azione personale e lascia partire un tiro dal limite di facile lettura per Spurio

1' st Riprende il match. Ravenna-Cesena 1-0

Buio pesto. Il Cesena si trova nuovamente sotto al termine della prima frazione. La rete arriva nel finale di tempo con un pessimo posizionamento della difesa che nell’arco di una sola azione sbaglia sia su Grassini, sia su Nocciolini. Sì, il Cesena aveva sfiorato il vantaggio con Butic ma è nuovamente troppo poco quanto prodotto dai bianconeri.
Ci aspettiamo una ripresa di tutt’altro piglio. Ancora una volta, lo ribadiamo: basta chiacchiere.

47' pt Finisce il primo tempo. Ravenna-Cesena 1-0

Il gol. Svarione collettivo della difesa bianconera. Grissini prende il tempo a Ciofi, si inserisce in area e serve un pallone radente il terreno. Né Brignani, né Ricci riescono a spazzare la sfera sulla quale arriva Nocciolini e segna

45' pt Vantaggio Ravenna. Nocciolini Ravenna-Cesena 1-0

45' pt Sarao butta giù Jidayi sulla linea di fondo campo

41' pt De Feudis stende con le brutte maniere Lora. La panchina del Ravenna esige l’ammonizione, per tanto il cartellino giallo viene estratto per l’allenatore Foschi

40' pt Butic si mangia il vantaggio

37' pt Valeri parte con la sua classica percussione. Trattenuto da Grassini che viene ammonito

36' pt Valeri serve Zerbin che si inserisce e crossa in mezzo radente il terreno. Spurio fa suo il pallone

34' pt Primo cambio per il Cesena: Sabato viene sostituito da Brignani

32' pt Ricci e Ciofi si ostacolano nell’impattare sul pallone che termina sul fondo

31' pt Nocciolini atterra Valeri con una gomitata. Punizione bianconera a trentacinque metri dalla porta

30' pt Cinquantesimo pallone sbagliato da Sabato

28' pt Giovinco segna ma viene nuovamente segnato in fuorigioco

22' pt Punizione di Giovinco calciata in Himalaya

19' pt Spallata di Sabato, in enorme difficoltà, che atterra Nocciolini

18' pt Buco clamoroso di Ricci, miracolo in estirada di Agliardi: corner

17' pt Conclusione ravvicinata di Giovinco, Agliardi para ma il 26 giallorosso era in fuorigioco

13' Terzo intervento di Lora che si ripete su Valeri e questa volta si becca il giallo

11' pt Secondo intervento duro di Lora che entra duro sulla gamba di Sabato (poco fa ha fatto altrettanto con De Feudis). L’arbitro lascia correre, intanto il gioco è fermo

9' pt Il traversone di Ciofi assume una strana traiettoria che rischia di ingannare Spurio. Il portiere blocca, non senza difficoltà

5' pt Sabato perde un pallone sanguinoso sulla trequarti. Rosaia con un tackle pulito blocca la ripartenza

2' pt Nocciolini elude il fuorigioco e scappa verso la porta. Agliardi in uscita allontana di piede

1' pt Comincia il “Derby di Romagna” (così è stato annunciato dallo speaker…) Ravenna-Cesena 0-0

Avevamo definito la gara al Neri di Rimini della scorsa settimana “il derby della paura”, perché le due squadre vi arrivavano in condizioni di classifica e risultati a dir poco precarie. Be’, quello di oggi non è da meno. Ravenna e Cesena hanno entrambe bisogno di un risultato positivo e di una prestazione convincente per rilanciare la propria stagione.
Il tempo, per ora, non è tiranno ma c’è necessità di risposte chiare per scacciare via le nubi che ormai da un mese aleggiano sulle teste dei bianconeri.
I giallorossi si schierano con il loro collaudato 3-5-2, affidandosi in avanti alle bocche di fuoco Nocciolini e Giovinco che hanno fatto benissimo nelle vittoriose trasferte di Trieste e Padova. Le chiavi del centrocampo saranno affidate a Micheal D’Eramo, sogno di mercato del ds bianconero Pelliccioni durante la sessione invernale della passata stagione, quando l’interessato era in forza all’Avezzano (poi si accasò allo Spezia, in serie B).
Anche Modesto non rinuncia al suo dogmatico 3-4-3, sebbene in una forma più mutevole del solito. Butic e Sarao saranno i punti di riferimento in avanti, con Zerbin pronto a svariare su tutto il fronte offensivo. Difesa e centrocampo saranno composti dagli stessi che hanno cominciato dal fischio d’inizio contro il Südtirol. Si accomodano dunque in panchina Brignani e Franco.