Inizia con un ko il campionato delle bianconere

In quel di Martorano, davanti a 200 spettatori, passa il Napoli per 2-1.
17.09.2019 10:30 di Patrick Lavaroni   Vedi letture
Inizia con un ko il campionato delle bianconere

Cesena 1
Napoli 2

CESENA: Pignagnoli, Cuciniello, Oliva, Pastore, Casadei, Casadio (65’ Bernardi), Battistini (57’ Bizzocchi), Porcarelli, Beleffi (83’ Laface), Nagni, Petralia. A disp.: Pignagnoli, Cuciniello, Oliva, Pastore, Casadei, Casadio (65’ Bernardi), Battistini (57’ Bizzocchi), Porcarelli, Beleffi (83’ Laface), Nagni, Petralia. All.: Rossi

NAPOLI: Russo, Schioppo, Oliviero, Kubassova, Groff, Cavicchia, Cafferata, Tammik (60’ Di Marino), Despoina, Nencioni, Gelmetti. A disp.: Parnoffi, Asta, De Biase, Massa, Sibilio, Georgiou. All.: Marino

ARBITRO: Gianluca Renzi della Sezione di Pesaro:. Assistenti: Riccardo Pershichini e Zef Preci della sezione di Macerata.

RETI: 33’ Tammik (N),34’ Petralia (C) (rig.),75’ Gelmetti (N).

NOTE: Ammoniti al 45’Schippo (N), 58’ espulsa Schioppo per doppia ammonizione (N), Pastore 78’(C).

Inizia con una sconfitta il cammino delle ragazze bianconere nel campionato di Serie B. Le ragazze di Roberto Rossi si ritrovano con un pugno di mosche in mano dopo aver messo alle strette un Napoli più fortunato. Dopo un avvio confortante, alla mezzora arriva il vantaggio in tap-in di Tammik su un azione viziata da un possibile fallo ai danni del difensore cesenate Pastore.
Il Cesena non ci sta e nel giro di pochi minuti trova il pari: Porcarelli sfonda la retroguardia napoletana venendo stesa in area. Questa volta il direttore di gara non ha dubbi: è rigore; dal dischetto Petralia realizza l’1-1.
Nella ripresa il Cesena continua ad attaccare ma è il Napoli che a 15’ dalla fine trova un clamoroso vantaggio: su un rinvio errato della difesa la palla colpisce la schiena di Gelmetti terminando di rimbalzo nel sette. Inutile la reazione delle bianconere, i primi 3 punti della stagione vanno alle azzurre. Il Cesena si conferma grintoso e determinato come nella scorsa stagione ma certi meccanismi vanno ancora oliati; di certo nel portiere Pignagnoli si è trovata una guida. Da segnalare l’esordio nella ripresa di Veronica Bernardi, appena 14enne a confermare la politica giovanile della società.