Caso Reggiana, campionato a rischio stop definitivo

07.03.2020 13:43 di Redazione TUTTOCesena   Vedi letture
© foto di Jacopo Duranti/Tuttolegapro.com
Caso Reggiana, campionato a rischio stop definitivo

Sono ore di tensione in casa Audace Reggio: come riporta il sito TuttoReggiana solo lunedì si avrà il responso medico relativo al tampone sul giocatore granata sospettato di aver contratto il coronavirus. Fino a lunedì, e ormai da qualche giorno, tutti gli allenamenti della squadra emiliana sono stati sospesi. Inevitabile sottolineare che nella sfortunata ipotesi di tampone positivo al coronavirus scatterebbe la quarantena immediata per giocatori e staff della Reggio Audace che per due settimane non potrebbero più allenarsi insieme.

E non sarebbe nemmeno lo scenario peggiore, ovvero quello del contagio trasmesso anche a compagni e staff: effetto a catena e Reggio Audace impossibilitata a giocare per settimane. Già, perchè anche finita una eventuale quarantena si dovrebbe garantire alla squadra un lasso di tempo sufficiente per recuperare la condizione persa per il lungo stop ma, con un calendario, già ingolfato, l'operazione sarebbe ai limiti dell'impossibile.

In poche parole: il destino della Reggiana si intreccia con quello di tutto il campionato (serie C, girone B) che in caso di positività conclamata sarebbe inevitabilmente falsato.

Per il momento si tratta di semplici elucubrazioni ma altre soluzioni all'orizzonte non se ne vedono. E scenari simili potrebbero replicarsi in tutti gli altri campionati che dovrebbero riprendere a breve, compresa la serie A.

E forse anche i vertici della Lega C dovrebbero smetterla di piangere miseria, implorando fondi al Governo (dopo lo sciagurato sciopero di fine 2018): le priorità per l'Italia in questo momento sono ben diverse dal garantire la regolarità del campionato di calcio (di terza serie).