Cittadella - Cesena 1-0| Serve una perla per abbattere il fortino bianconero

Trasferta amara per le ragazze bianconere che tornano a casa con zero punti. Si tratta della seconda sconfitta esterna consecutiva.
14.12.2020 09:30 di Patrick Lavaroni   Vedi letture
© foto di Alice Pignagnoli
Cittadella - Cesena 1-0| Serve una perla per abbattere il fortino bianconero

CITTADELLA 1
CESENA 0

Cittadella: Toniolo; Casarotto, Masu, Novelli G., Meggiolaro; Novelli S., Saggion, Rigon, Canciello; Zorzan, Cacciamali.
A disp: Ruotolo, Baldo, Meneghetti, Scarpelli, Begal, Pizzolato, Carpanese, Zanni.
All. Nicoli

Cesena: Pignagnoli; Simei (Gallina 14’st), Cuciniello, Pastore, Pavana; Delfrancia (40’st Paolini), Porcarelli, Georgiou, Petralia (Zani 30’st), Casadei; Costi.
A disp: Pacini, Carlini, Damiano, Gallina, Paolini, Siboni, Zani.
All. Rossi

Il Cesena viene sconfitto di misura a causa della gemma di Pizzolato nella parte finale del secondo tempo. Una gara dove il cavalluccio ha dimostrato una buona attenzione in difesa; le occasioni sono state poche ma lampanti da entrambe le parti. 


ANALISI PARTITA

Nella prima frazione è il Cittadella che si impone sul piano del possesso palla. Le venete tengono il baricentro alto cercando l’imbucata tra le maglie bianconere. La retroguardia del Cesena regge bene, in particolare Simei predomina sulla destra e Pastore non esita ad usare “le cattive maniere” . L’iniziativa di Petralia e compagne è affidata ai contropiedi, spesso però non capitalizzati per mancanza di precisione nelle ripartenze. Costi agisce da attaccante boa, tenendo il pallone per far salire la squadra; in particolare le sortite palla al piede di Porcarelli danno fastidio alle granata.
Nel primo quarto d’ora c’è un’occasione per parte, entrambe sventate dalla reattivià in uscita dei portieri. Al 19’ Porcarelli entra in area a ridosso della linea di fondo, si libera dell’avversaria con una “veronica” e il suo tiro termina a lato di poco. Poco prima da un punizione calciata da Delfrancia aveva trovato il colpo di testa di poco alto di una compagna.
Porcarelli che al 30’ viene lanciata da Georgiou, senza però riuscire a calciare in porta. Per il resto tanto Cittadella con il Cesena sempre abile a chiudersi. Unico brivido al 32’ quando Pignagnoli rinvia sull’attaccante avversario, con la palla che carambola di poco fuori dalla porta. Il portiere trova però un’immediata occasione di riscatto, neutralizzando il penalty di Zorzan, concesso per un tocco di mano.
Anche l’estremo difensore veneto Toniolo ha occasione di mettersi in mostra: al 41’ con una grande parata neutralizza il tiro di Simei che si era trovata sola davanti al portiere.

Nella ripresa parte forte il Cesena: Costi colpisce il palo con uno scavetto; per il resto della gara le ragazze di Rossi alzano il baricentro e il match è più equilibrato. Entrambe le difese fanno buona guardia e le occasioni sono più rare. Anche in questo frangente il Cesena si dimostra impreciso: in particolare Casadei è abilissima nello spezzare le trame del Cittadella senza però capitalizzare fino in fondo le ripartenze. Da segnalare l’infortunio di Simei al 14’ della ripresa. Per il resto la gara pare scivolare lenta verso il pari quando Pizzolato da fuori area sigla il vantaggio. Il Cesena tenta il forcing finale senza impensierire le locali.

Cesena quinto in classifica con 14 punti, a pari punti con Lazio e Tavagnacco. Cittadella che si porta a -3 dalle bianconere in nona posizione. Appuntamento a Domenica 20 Dicembre per la gara casalinga con l’Orobica. Le bergamasche sono retrocesse dalla Serie A e al momento si trovano nella zona calda della classifica a quota 9 punti.