Cesena-Cittadella 1-2| Secondo tempo da dimenticare, fanno festa le altre

10.05.2021 23:35 di Giorgia Foschi   Vedi letture
Fonte: in collaborazione con Zena Foschini
Cesena-Cittadella 1-2| Secondo tempo da dimenticare, fanno festa le altre
© foto di Andrea Vegliò

Serie B femminile 
23° giornata 

Cesena      1 (94' Porcarelli)
Cittadella   2 (47' Ponte, 65' Pizzolato)


Cesena: Pignagnoli, Casadei, Simei (59’ Beleffi), Pavana, Carlini (47’ Cuciniello), Pastore, Delfrancia (59’ Papaleo), Montes De Oca (86’ Bizzocchi), Porcarelli, Petralia (86’ Damiano), Costi.
A disp: Georgiou, Pacini, Orlando, Paolini
All: Rossi


Cittadella: Toniolo, Casarotto, Peruzzo (63’ Zanni), Masu (75’ Begal), Pizzolato, Ponte (75’ Novelli G.), Cacciamali (46’ Zorzan), Novelli S., Saggion (79’ Meggiolaro), Pederzani, Ripamonti.
A disp: Baldo, Meneghetti, Luise, Scarpelli
All: Nicoli


Arbitro: Gianluca Renzi di Pesaro
Assistenti: Alessandro Donati e Zef Preci di Macerata

Ammonizioni: 55' Pezzuto [C], 62' Ponte [C], 89' Pastore [Ce]

Una sconfitta che spegne il sogno della serie A complice anche la vittoria della Lazio nel derby con la Roma Cf. Questa squadra non era stata costruita per la promozione, ma il campionato finora disputato è stato ottimo ed era giusto crederci. 
La partita di domenica pomeriggio ha visto le due squadre affrontarsi a viso aperto sin dai primi minuti: primo tempo con diverse occasioni da entrambe le parti ma nel complesso la squadra romagnola avrebbe meritato il vantaggio; nel secondo tempo il Cesena sembra non essere sceso in campo, complice anche il gol del Cittadella dopo due minuti dall'inizio della ripresa che ha tagliato le gambe alla squadra di casa. 

 

Primo Tempo
Nei primi 15' due occasioni per parte: il Cittadella arriva al tiro prima con Pederzani che calcia dal limite dell'area un pallone lento che però esce di poco, seconda occasione con Cacciamali che prova un tiro al volo ma Pignagnoli para senza troppa difficoltà.
Al 9' minuto tocca al Cesena farsi vedere in avanti: Montes De Oca servita da Casadei prova il tiro dalla distanza che viene però ribattuto da Novelli S., 4 minuti più tardi è ancora la centrocampista bianconera a provare il tiro ma viene nuovamente ribattuto dalla difesa ospite.  Al 17' angolo per il Cesena: Del Francia serve corto per Porcarelli che si gira e serve Petralia dentro l'area, bravissima ancora una volta Novelli che legge la situazione e non permette al capitano bianconero di calciare verso la porta.
Continua a spingere il Cesena e costruisce altre tre azioni per passare in vantaggio: al 19' Petralia serve in area Montes De Oca, che calcia a colpo sicuro, Toniolo para e devia la sfera che arriva sui piedi di Porcarelli la quale indirizza il pallone verso la porta, ma il portiere ospite si mette di nuovo in mostra e nega la gioia del gol all'attaccante bianconera. Un minuto più tardi è nuovamente la capitana bianconera a dirigere l'azione: lancia in profondità Porcarelli che arriva sul fondo e serve un pallone perfetto per Costi, la numero 9 bianconera si coordina e calcia, sfiorando il secondo palo (clamorosa occasione per le bianconere, probabilmente quella più pericolosa dei 90’, ndr). Al 24' Del Francia lancia a Casadei sulla fascia: la numero 7 serve Costi poco fuori dall'area di rigore che a sua volta passa il pallone a Petralia. La numero 10 prova a sorprendere il portiere con un tiro dalla distanza, ma il pallone finisce alto sopra la traversa.
Intorno alla mezz'ora si fa rivedere in avanti il Cittadella: Peruzzo brucia la fascia sinistra sinistra resistendo alle marcature bianconere, crossa al centro per Pizzolato che colpisce a botta sicura senza tener conto del monumentale salvataggio di Casadei, che intercetta il tiro e devia il pallone in angolo. Il primo tempo prosegue con la squadra di casa che prova ad imbastire occasioni pericolose, ma la difesa veneta chiude gli spazi e si va al riposo sullo 0 a 0. 


Secondo tempo 
Trascorrono neanche due minuti dal fischio di inizio del secondo tempo che la squadra granata passa già in vantaggio: Carlini riceve palla al limite della propria area ma mentre controlla il pallone mette male il piede e si infortuna, la numero 9 Zorzan - appena entrata - ne approfitta e ruba il pallone arrivando sul fondo, fornendo un passaggio perfetto al centro per Ponte che deve solo appoggiare in rete. Il gol è una doccia fredda per le ragazze bianconere che faticano a reagire: al 65' il Cittadella trova il raddoppio con Pizzolato che dal lato destro del campo corre palla al piede, Casadei non riesce a bloccare la corsa della 18 che entra in area e fulmina Pignagnoli con un destro preciso sul primo palo.
Mister Rossi nel secondo tempo ha utilizzato tutti i cambi a disposizione per cercare di dare una scossa alla squadra, ma le azioni costruite sono state poche e confusionarie. Nel finale di partita c'è spazio per il gol della bandiera segnato da Porcarelli: calcio d'angolo per la squadra granata, Cuciniello spazza il pallone che viene intercettato dell'attaccante bianconera, la quale salta Novelli e corre in campo aperto, entra in area avversaria e fa partire un destro che supera Toniolo. 

Una partita che si poteva riprendere ma, come già successo in altre circostanze, la squadra si è innervosita: gambe e testa non hanno girato nella stessa direzione. Questo aspetto andrà gestito e bisognerà fare tesoro di certi momenti per completare la crescita del gruppo.
Mancano due giornate alla fine del campionato, in testa la classifica è già delineata: le prime due della classe Pomigliano e Lazio sono matematicamente promosse in serie A. In coda due retrocessioni su quattro sono già decise (Perugia e Pontedera), si giocano le ultime chance di rimanere in cadetteria: Vicenza, Orobica Bergamo, Roma Cf, Brescia e Chievo.  Per il cavalluccio c'è ancora la possibilità di conquistare il terzo posto: un piazzamento importante per la stagione della squadra e per il futuro della società. 

Prossimi ultimi due appuntamenti:
Domenica 16 maggio Orobica Bergamo - Cesena
Domenica 23 maggio Cesena - Roma Calcio femminile