È tutto vero: già venduti oltre 5mila abbonamenti

Più forte di prima. I bianconeri, cesenati e non, si confermano innamorati pazzi del cavalluccio. Patrignani: “Ora i nostri ragazzi sugli spalti vanno ripagati sul campo”. Ad Avezzano in 334
14.09.2018 19:30 di Marco Manuzzi   Vedi letture
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
È tutto vero: già venduti oltre 5mila abbonamenti

Che sia AC, RC o FC (FC Cesena come all’Orogel Stadium o Cesena FC come dal notaio)...  a Cesena nulla cambia. L’amore sconfinato verso il cavalluccio bianconero non conosce confini di categoria o denominazione. Nel pomeriggio di oggi sono state raggiunte e superate le 5mila tessere stagionali staccate. In due settimane scarse. Il Centro Coordinamento ha chiuso con 5.034 tagliandi: e per Avezzano sono stati venduti 344 biglietti.

Adesso nel mirino finisce inevitabilmente il nuovo Modena, arrivato a 5.473 tessere in due mesi di vendite. Per arrivare ai 6mila – anche se secondo fonti interne alla Società il nuovo obiettivo è riuscire a staccare 7.000 abbonamenti – ci sarà tempo fino a metà ottobre, quando i bianconeri si riapproprieranno del terreno dell’Orogel Stadium-Dino Manuzzi.
Tornando all’Emilia, tanto affetto non è cosa comune: il neo presidente gialloblu Carmelo Salerno ha scritto una lettera di ringraziamento alla città: “Perchè canarini si nasce e si rinasce” ha esclamato entusiasta.
Da queste parti invece non si rinasce: semplicemente non si muore mai.

In visibilio il presidente Corrado Augusto Patrignani e la società tutta. “È un grande risultato – afferma il CAP –: questa grande partecipazione del pubblico è il massimo che potessimo sperare come Società neonata. Ma questo ci grava di grandi responsabilità: il lavoro che fino ad ora abbiamo affrontato è stato apprezzato e non dobbiamo deludere i nostri tifosi sul campo”. Parlando di incassi, invece: “I soldi degli abbonamenti ci danno una grande mano e anche 1.000 persone in più fanno la differenza, in serie D: secondo me, partendo bene in campionato, convinceremo tanti altri a darci subito fiducia”.