Castori: “Potevamo anche perderla”

Il tecnico si accontenta: è evidente che ora si giochi anche per 1 solo punto
25.03.2018 23:10 di Redazione TUTTOCesena  articolo letto 1999 volte
Mister Castori
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
Mister Castori

Fabrizio Castori è meno carico del solito quando si presenta davanti ai microfoni nel dopo partita di Cesena-Perugia. “Abbiamo fatto una grande gara e il pareggio è giusto: dispiace essere rimontati quando per come si era messa avremmo potuto approfittarne per colpire in contropiede. Invece abbiamo subito gol nel nostro momento migliore: tra l’altro è stato un gol che, vista la dinamica dell'azione, si sarebbe potuto evitare”.

Castori poi rende merito agli avversari: Abbiamo giocato a 360 gradi contro una squadra radicalmente cambiata rispetto al girone d'andata - spiega -. Le assenze di Jallow e Laribi? Innanzitutto chi li ha sostituiti ha fatto il proprio dovere, ma detto questo non dimentichiamo che eravamo senza i nostri due cannonieri, che insieme hanno messo a segno 17 gol. Nonostante tutto abbiamo disputato una partita di grande impegno e applicazione contro una grande squadra: in fondo, potevamo anche perdere”.

Il punto non cancella però la delusione per l’ennesima vittoria sfumata: Siamo amareggiati per il pareggio in rimonta, anche se il risultato è giusto. Ci eravamo messi a palleggiare troppo per i miei gusti, per poi perdere palla: sulla ripartenza abbiamo subito il pareggio. Questo è un campionato nel quale al minimo errore vieni castigato: nella globalità abbiamo corso tantissimo, fatto pressing quasi incessante e il risultato non ci ripaga degli sforzi”.

L’ultima battuta è dedicata al rigore non assegnato al Cesena per la netta trattenuta in area ai danni di Esposito nel primo tempo: Quell’episodio l’ho visto benissimo dalla panchina - spiega Castori -, ma non se ne può parlare. Visto che noi in questo campionato abbiamo subito ben 8 rigori significa che la norma del rigore c'è ancora e che non è stata tolta dal regolamento del calcio”.