Corti: "Ho mandato a Cesena giocatori rimasti sul groppone all'Atalanta"

 di Redazione Tuttocesena  articolo letto 2606 volte
Fonte: bergamonerazzurra.com
Corti: "Ho mandato a Cesena giocatori rimasti sul groppone all'Atalanta"

Beppe Corti ha rilasciato una lunga intervista al blog BergamoNerazzurra in cui, tra le altre cose, ha negato una sua venuta a Cesena ed anzi ha parlato di alcuni movimenti di mercato del passato tra romagnoli e bergamaschi.

Giocatori sul groppone: “A proposito di Foschi, mi hanno accusato di parlare con lui da mesi. Io con Foschi ho fatto risparmiare un sacco di soldi alla società mandando a Cesena Giorgi, Capelli, Cazzola, Marilungo e altri giocatori presi da Marino che gli erano rimasti sul groppone alla società. Certo che parlavo con Foschi ma per operazioni di mercato a favore dell’Atalanta, non certo per dirgli i nostri obiettivi”.

No alla venuta in Romagna: "Ho letto che sto per andare a Cesena con Foschi. Falsità enorme. E poi non sanno nemmeno che Foschi non può andare in nessun club fino a gennaio".

La scoperta di Kessie: "Ho sentito che il presidente Percassi ha dichiarato che Kessie l’ha scoperto Sartori e Costanzi. Balle! Il giocatore l’ha visto Mario Faccenda, un ex osservatore dell’Atalanta al torneo di Tolone nel 2014 (o 2013 non ricorda, ndr). L’ha proposto a Sartori e l’hanno preso per girarlo in una serie B Svizzera per prendere un altro extracomunitario. Non ci credevano assolutamente in Kessie. Allora ho chiamato io Foschi e poi è stato bravo Drago del Cesena a farlo giocare davanti alla difesa, ma Faccenda l’aveva visto giocare come difensore destro in una difesa a tre. Sartori e Costanzi non hanno scoperto proprio nessuno".