LE PAGELLAZZE™ di SPE-CES | Funzione matematica

Castori + Cesena - momento del bisogno = cavarsela
03.03.2018 17:35 di Gian Piero Travini  articolo letto 3124 volte
LE PAGELLAZZE™ di SPE-CES | Funzione matematica

FULIGNATI 6 Ordinaria amministrazione per lui: sul gol non sembra in ritardo, semplicemente non ce la può fare. NELLA NORMA

DONKOR 6 Se la mettiamo sul fisico, non ce n’è per nessuno in serie B. Il problema è che a una certa si gioca anche a calcio - sì, pure in Cadetteria, e se invece di prendere un terzino destro a gennaio hai preso Chiricò - per tenerlo in panchina, perché tanto non c’entra nulla con il gioco di Castori -, o il settantesimo mediano, finisci con Donkor lì a destra, completamente impossibilitato nel tenere i tagli. Poi un paio di suoi colpi al minuto finale del tempo regolamentare salvano i bianconeri: basta fare qualcosa di diverso dal nulla anche solo una volta per andar bene. DELTA DI DIRAC

SUAGHER 6,5 Uscite sulla centrale valide, tiene il fronte abbastanza alto quando il centrocampo si sfilaccia, riesce a mantenere la calma anche quando la situazione si fa tesa. FINALMENTE

ESPOSITO 6,5 Sicurissimo in diversi interventi, blocca diversi tiri pericolosi e tiene sempre sotto controllo le azioni più arrembanti spezzine. Il pallone di oggi verrà raccolto dai quaranta tifosi bianconeri in trasferta e trattato alla stregua della Sacra Sindone dopo che l’espressione del difensore lo ha marchiato. PERSONAL JESUS

PERTICONE 6 Se metti Perticone sulla fascia sinistra e spegni Sky, Perticone gioca bene o gioca male? Secondo Schrödinger gioca contemporaneamente bene e male. Secondo me boh, ma di certo quando riaccendo la televisione ho un po’ paura. IL PERTICONE DI SCHRÖDINGER

KUPISZ 7 Un elettrone si muove in una nuvola di probabilità attorno al nucleo atomico: ovvero, in quella nuvola è probabile che quell’elettrone possa trovarsi  in un dato momento in una data posizione. La nuova di probabilità è il campo di La Spezia, il nucleo atomico è la porta di Di Gennaro, l’elettrone è Kupisz che fa gol. PRINCIPIO DI INDETERMINAZIONE DI KUPISZ

SCHIAVONE 6 Nulla da segnalare, oggi: si schiaccia sulla difesa per provare a raddoppiare, riesce a mandare in avanti il pallone, ma alla fine gioca più in orizzontale che in verticale: niente male, ma basta fargli battere le punizioni. ANTI-BALISTICO (Dall’83' NDIAYE 6 Imponente ed educato. Per me dovrebbe stare sempre in campo, come sarebbe dovuto accadere con Maleh, Melgrati - tipo da tre stagioni a questa parte - e Mordini. DEBUTTO)

DI NOIA 6 Compitino ben eseguito, senza acuti e con un paio di svarioni in avanti che possiamo spacciare per genialate questo sabato. TENSIONE

VITA 6,5 Fa parte del trio di chi ha voglia di fare quest’oggi, assieme a Kupisz e Dalmonte: è il meno dotato dei tre e supplisce con la buona volontà. E con un assist da paura che rimane la cosa più bella della partita e il segno di una timida rinascita del gioco cesenate. MIRINO

DALMONTE 6,5 Nel primo tempo non tiene un pallone che sia uno, ma nella ripresa prende le misure e inizia a produrre gioco come ai bei tempi - tipo a inizio campionato -: dà l’impressione di aver superato alcuni limiti di condizione che fino ad ora lo avevano bloccato. (Dal 78' FAZZI 6 Il ragazzo c’è e non fatica. Certo, non può fare il regista e non ha gli sbuzzi di Dalmonte, ma fortifica la fascia in fase arretrata e non cede centimetri. TENERE DURO)

JALLOW 7 Tanta voglia di far danni, e arriva anche il suo sigillo sul match, riportando in avanti il Cesena. E pensare che poteva anche essere di proprietà... Jallow è imprescindibile per i bianconeri, tanto quanto il talento di Dalmonte per renderlo più libero di smarcarsi. Segna anche da sdraiato. DINAMICO DUO (Dall’84' MONCINI SV)

 

CASTORI 7 Ha vinto a La Spezia. Non tutti possono raccontarlo. Non è mai morto. E quando sta morendo, il tempo - atmosferico - gli dà il tempo di trovare il modo di continuare a vivere. Tre punti impossibili, che però lui riesce a prendere, scacciando in un sol colpo le paure post-Ascoli, e facendo debuttare Ndiaye, uno che stiamo aspettando da qualche mese. Doveva fare il massimo e ci è riuscito, come sempre sotto pressione: che non sia quella la chiave di volta della stagione? Di certo ormai è matematico che, al momento decisivo della stagione, Castori non sbaglia. MATEMATICO

AC CESENA 6,5 Atteggiamento giusto, vittoria importantissima: e se questa volta andava molto bene il pareggio, ecco che i bianconeri ci fanno una sorpresa. Si difendono a sei, ma mettono la benzina in più per proiettarsi in attacco e tenere sotto pressione gli spezzini, tecnicamente superiori ma inconcludenti. E invece conta buttarla dentro, e i bianconeri con un paio di calci in più e voglia ci riescono. COSÌ VA BENE