LE PAGELLAZZE™ di SAN-CES | Il mese dell’acido lattico

Le Pagellazze™ di GPT, anche in serie D... rocked by VIDIA CLUB
06.10.2018 18:00 di Gian Piero Travini  articolo letto 4019 volte
LE PAGELLAZZE™ di SAN-CES | Il mese dell’acido lattico

SARINI 5,5 Esistono due Sarini. Uno è un portiere che sembra abbia esperienza da vendere, che disinnesca mine atomiche come Jack Bauer in 24 tra i pali, che fa uscite in tackle pulite come l’acqua della Brita su Cheddira. L’altro non ha la minima idea di dove si trovi. È un rischio continuo, e oggi non la porta a casa nonostante rinvii in bocca agli attaccanti sangiustesi. Peraltro con un rigore – non irresistibile – parato. PARTITA ASSURDA

ZAMAGNI 6 Qualche buono spunto sulle ripartenze, contenimento sufficiente, inciampa meno che con la Sammaurese in una gara che poteva essere ben più pericolosa. ATTENTO

CIOFI 5,5 Il ragazzo se ne perde un paio, causa un rigore, fa due passi indietro, fa una giravolta, falla un’altra volta. Oggi è la sua giornata NO, e anche se qualcosa di buono lo combina, soprattutto in proposizione, è la linea centrale a collassare. BREAK (Dal 73' COLA 5,5 Impanicatissimo come un commercialista il giorno della chiusura delle dichiarazioni dei redditi. INCERTO)

STIKAS 5,5 90' pure regolari, ma con una distrazione che costa il passivo iniziale e inficia tutta la partita dei bianconeri, comunque poco lucidi oggi. Va vicino a sfiorare il terzo gol in una settimana, ma oggi è una di quelle giornate in cui siamo tutti un po’ più coglioni del solito. STIKASSI NOSTRI

VALERI 7 Poteva migliorare nei cross: lo ha già incominciato a fare. Anzi, lo ha già fatto. Anzi, forse non ne ha mai avuto bisogno e semplicemente sono in astinenza da terzini sinistri discontinui e inutili tipo Marco Rossi II e non ho voluto riconoscere prima del talento di questo altro fuoriclasse portato a Cesena da Pelliccioni. L’ULTIMO A MOLLARE

GORI 6 Deve sostituire Biondini e non rischia quasi mai la sudditanza. Va dato atto al ragazzo che, anche prima di uscire, si rende prezioso con un intervento liscio che ferma un contropiede pericoloso dei marchigiani. STA SUL PEZZO (Dal 71' TOLA 6 Ragionamento e qualche centimetro guadagnato in avanti, ma senza svoltare il match. REGOLARE)

DE FEUDIS 6,5 Commovente fino all’ultimo, doloroso secondo. Un giocatore romantico come certi passaggi di sax di Coltrane, che però non è onnipotente e deve uscire dal campo martoriato dai crampi. Peraltro scena abbastanza inedita, a memoria. VECCHIA SCUOLA (Dall’86' BISOLI SV)

CAMPAGNA 6 Praticamente non l’ho visto in campo e questo vuol dire che non ha fatto cappellone ma non ha nemmeno fatto sfracelli. MI ERO DIMENTICATO PURE LA SUA PAGELLAZZA™... 

TORTORI 5,5 Poca roba là davanti, e pure qualche leziosità: gli spazi stretti lo ingabbiano e gli tarpano le ali che nemmeno Rey quando viene giù la fanga dalla diga e Yuda lo sfotte. POCO NANTO (Dall’83' CAPELLINI SV

RICCIARDO 7 Più lo marchi e più si libera. Più lo metti sotto pressione e più vale. Un pezzo di carbone che diventa un diamante, Riccio è un dominatore naturale in area e in questa categoria. Poi però non è che glielo puoi chiedere ogni volta per 90': a una certa è stanco anche lui, ma non molla, barricandosi pure in difesa fino alla fine. GIBILTERRA

ALESSANDRO 6 È un pericolo e la retroguardia di Monte San Giusto lo sa. Ma il laterale con licenza di chiudere le gare oggi si limita a un paio di puntate senza sortire effetti. SPUNTATELLO (Dal 73' ANDREOLI 6 Coraggio e spregiudicatezza in pochi minuti. CI PROVA)

 

ANGELINI 5,5 Giocatori con i crampi in area. È una riedizione della trasferta di Avezzano, con la differenza che il colpo di reni finale era bastato a portarla a casa. Il giro dei cambi non funziona e, come con la Savignanese, torna quella impressione che quando le cose inizino a farsi difficoltose per i bianconeri i suoi tempi di reazioni siano ancora arrugginiti. MACCHINOSO

CESENA FC 6 Stato di forma oggi: Pippo Olimpionico. E non ci sono le spagnolette per farlo diventare SuperPippo. Che le spagnolette poi erano le arachidi. Ma io le chiamavo cacauécche. E niente, per me non è che abbia senso parlare di calcio quando in campo c’è gente che difende in area a quattro zampe perché ha i crampi. Sportivamente sono due punti persi, ma a livello di tenuta è veramente un punto guadagnato. Novembre è il mese della verità, ottobre quello dell’acido lattico. DISTRUTTI