LE PAGELLAZZE™ di JES-CES | Orchestra e Casadei

Le Pagellazze™ di GPT, anche in serie D... rocked by VIDIA CLUB
29.10.2018 08:00 di Gian Piero Travini  articolo letto 3324 volte
LE PAGELLAZZE™ di JES-CES | Orchestra e Casadei

AGLIARDI 7,5 Dobbiamo ringraziare il CAP Patrignani “che è nel calcio da un paio di mesi” e che non ha ancora imparato “a memoria le dinamiche di questo sistema del tutto diverso da quello dal quale proviene” se il vecchio John Holmes Agliardi se la gioca ancora tra i pali bianconeri. INVALICABILE

NOCE 6 Lo abbiamo aspettato. La abbiamo visto incazzato in panchina. Lo abbiamo ricominciato a conoscere terzino. E oggi ci facciamo l’aperitivo domenicale mentre si inventa goleador. La vicina storia dei centrali reinventati sulle fasce continua e, nonostante diverse pericolose lacune oggi, paga. TESTA DURA SENZA PAURA

COLA 6 L’esperto centrale non si fa intimidire e fa buona guardia in area. Non sposta in avanti la linea della squadra onde evitare di finire come quella volta a Matelica. E per non affrontare i fantasmi del passato, sceglie di non complicare il presente. Si perde un paio di interventi, ma anche qui nessun danno. ONESTO

BENASSI 6,5 Crea problemi e fa esplodere la rabbia balcanica di Bubalo, ballandogli in faccia come a un concerto dei Gogol Bordello. Fa anche parte del lavoro di Valeri e riorganizza sistematicamente la linea difensiva a seconda delle ondate marchigiane, anche con il tirapugni e i rinforzi negli scarpini. BALKAN PUNK VIOLENTO (Dal 79' STIKAS 5,5 Porcheria nel finale, che rischia di complicare la faccenda. NON FACCIAMO SCHERZI)

VALERI 5,5  Siamo abituati a ben altre prestazioni del Roberto Carlos della Mare: a Jesi si fa mettere sotto dagli avanti marchigiani e perde palloni che potevano diventare veramente problematici. Dopo due mesi ai limiti della perfezione, una giornata sottotono ci sta tutta, anche se non è la prima volta che in area rischia di farsi fischiare rigore. GRAZIATO

CAMPAGNA 6 Under utilissimo che alterna sostanza, tocchi deliziosi e piccole amnesie da interrogazione di latino in una terza liceo. Come sempre non ha problemi a fare la voce grossa con gli avversari, non accettando intimidazioni. BULLO DEI CORRIDOI

BIONDINI 6 Un paio di palloni persi che gridano vendetta al termine del primo tempo, ma prestazione di sacrificio e diversi recuperi interessanti che aiutano ad alzare il ritmo gara e a mettere in difficoltà la Jesina. Dal 70' in poi inizia a calare vistosamente, e l’inserimento di De Feudis lo fa rifiatare. RIENTRO IMPORTANTE

ANDREOLI 6,5 Partita regolare, ma senza acuti. Il campo è infame, il clima è tedioso, ma il giovane non commette errori e le problematiche nascono da prima di lui. Esce dopo aver fatto dei discreti allunghi e qualche rilancio salvifico. ATTENTO (Dal 68' CASADEI 7 L’uragano Hector ad agosto poteva spazzare via le Hawaii. Si è trattenuto. Prima di riversarsi oggi su Jesi. TIFONE)

TORTORI 5,5 Terreno che cede: i piedi dolci del romano affondano nella fanga jesina e lui fa la fine di una pregiata mammola nel settore ortofrutta dei supermercati Gros. Quando non c’è possibilità di mettere velocità è un passo indietro rispetto agli avversari. E tiene troppo quel pallone: sul terreno lento la scelta non paga. INCHIODATO (Dal 75' CAPELLINI 6 La partita va addormentata sul 0-2, e quindi questa volta ha poco da dire. Ma non stecca. SVAPA)

ALESSANDRO 6 Come col Forlì: fino a che tiene la palla in cassaforte, geloso come un marito già tradito... e, come col Forlì, quando scarica la palla in area, arriva la marcatura. Ci sono un paio di tentativi buoni in avvio di gara, ma bisogna aspettare la ripresa perché diventi un fattore. Fa rabbia pensare che se volesse, potrebbe vincere qualsiasi gara da solo. Bisogna sempre sperare che abbia voglia di regalare un acuto. SVAGATO (Dal 75' DE FEUDIS 6,5 Entra. E da tanto corre sembra abbia ancora vent’anni. Mette ordine, blocca ripartenze, governa come un satrapo di mestiere. CALIFFO)

RICCIARDO 6,5 Si prende gomitate in faccia, calci nei cavi poplitei, probabilmente i bambini di Jesi gli sparano pure i proiettili di gomma con la Condor ad aria compressa... lui va avanti che nemmeno il Governo dopo i richiami della UE. Manco lo spread lo fermerebbe, e non vederlo andare a rete è semplicemente lasciare spazio ad altri. NOI ANDIAMO AVANTI

 

ANGELINI 6,5 Turnover ‘folle’ in trasferta e la porta comunque a casa, complice Bubalo. 45' buttati nello sciacquone, senza mai capire dove poter far male ai marchigiani, ma nella sofferenza arriva la trasfigurazione e la santità prima del martirio. Altri tre punti obbligati presi. ESPERIENZA MISTICA

CESENA FC 6,5 Una squadra che guadagna continuità, un organico che sa come tirarsi fuori dai pantani. La perfezione in trasferta per ora è un miraggio, ma se si affonda senza affogare, la cattiveria romagnola ha la meglio. PER ORA VA BENE COSÌ