LE PAGELLAZZE di CES-MAT | Quella volta che Viscomi chiuse il campionato

Le Pagellazze™ di GPT, anche in serie D... rocked by VIDIA CLUB
16.01.2019 17:30 di Gian Piero Travini  articolo letto 3965 volte
LE PAGELLAZZE di CES-MAT | Quella volta che Viscomi chiuse il campionato

AGLIARDI 5,5 È dura mandare giù un’ingenuità come la sua. È dura soprattutto per lui, perché per quei maledetti 5'' è sembrato davvero un portiere di serie D. Ma sono 5'' in una stagione, con le uscite che continuano a non essere il suo punto forte. Ma le mani le mette in un paio di occasioni, e non uscire di testa dopo la maronata è roba da big... per me è quasi salvo. QUASI

NOCE 5,5 Semplicemente da panico le sue chiusure in area, stoppa anche il gol della vita di Ciofi: indecisioni continue e rischio patatrac al 68' con un retropassaggio che ho fatto finta fosse un ritardo dello streaming di Repubblica.it. DANGER ZONE

CIOFI 6 Io non voglio fare lo stronzo per forza... e infatti non lo faccio. Nonostante Florian lo sdrai in occasione del gol, si era fatto trovare pronto nel recupero e ha fatto vedere ottime cose anche in avanti. La linea non è perfetta, ma oggi c’è stata grande attenzione da parte sua. E forse avrebbe fatto pure gol... BENE

VISCOMI 7 “Ma perché hanno preso questo che è pure vecchio?”. Ecco perché. Perché fa il gol e l’intervento difensivo al 94' che chiudono il campionato. MAN OF THE YEAR

VALERI 6,5 Se guardi gli ultimi 10' della sua partita, probabilmente pensi a un pensionato. Però ce ne sono stati 71 prima, dove non ha rallentato nemmeno di un passo. Instancabile, prezioso, elegante, tattico. E ALTRI AGGETTIVI (Dall’81' RUTJENS 5,5 È Margarita che si beve lui. E non siamo al Tamla. BLIND PIG)

BIONDINI 7 Il primo vero affondo del Matelica trova tutti con i pantaloncini calati. Tutti tranne lui che recupera, intercetta e calcia via. Certe cose non è questione di poterle ancora fare... certe cose parti già prima a farle perché sai come va a finire. E lui come va a finire lo sa. C’è qualche errore nella ripresa, ma in alcuni momenti torna ad essere devastante con un solo tocco, come quando prolunga per Viscomi. A inizio campionato era il Foro Annonario, ora è il Mercato Coperto. RESTYLING E CAZZIMMA

DE FEUDIS 6 Dirigere il traffico. Con qualcosa in più. Oggi è questo il suo compito, e non delude. Ma lui non delude mai. VIGILE

MUNARI 6,5 Quando contro l’Avezzano ha sostituito Campagna, per qualche minuto ho pensato di trovarmi davanti a Komazec quando sostituì Danilovic: uno sconosciuto per il mio giocatore preferito e antipatia che sale. Ma questo è proprio bravo, anche se sostituisce Campagna: merita anche lui di stare in campo. IL MIGLIORE NEL PRIMO TEMPO (Dal 74' CAMPAGNA 5,5 ... cosa si mangia... MO NOOOOOOOO)

ALESSANDRO 7,5 La partita non la fa il Cesena: la fa lui. Dilaga come una diciottenne quando vede Jason Momoa che fa Aquaman. Lui non ‘serve’ i compagni: lui ‘versa da bere’. I suoi palloni sono come un buon Chianti con un piatto di fave e, cannibale, si divora tutta la fascia sinistra, uomini e scarpini compresi. HANNIBAL (Dall’83' TORTORI SV)

FORTUNATO 5,5 Un po’ in ombra, un po’ nascosto. Forse poco brillante. Fortunato ha fatto la differenza nel cambio passo che ha portato a mettersi dietro il Matelica, e ora sembra indietro rispetto agli altri. Probabilmente il posizionamento in campo non lo premia.  (Dal 65' TONELLI 6 Ci mette un po’, ma poi inizia a far girare i palloni e a portare a casa recuperi. MR. UTILITÀ)

RICCIARDO 8 Non è un gol annullato che gli fa saltare gli umori: #GR9 fa il professionista in mezzo ai dilettanti e come colpisce letale alla prima occasione, si fa trovare ancora più pronto alla seconda e inchioda i marchegiani al secondo posto. Non solo: è talmente dominante che decide lui chi sta in campo. Anche tra gli avversari. MASTER OF PUPPETS  (Dal 95' CAPELLINI SV)

 

ANGELINI 6,5 Io non vedo cedimenti psicologici nel Cesena. Mai. E secondo me è merito suo. Certo, potrebbe fare un calcio migliore. Sarebbe probabilmente in Portogallo o in Inghilterra se facesse un calcio migliore. Ma è in D. Con il Cesena. E per me il suo lo sta facendo. Anzi, lo aveva già fatto: adesso amministra. L’ALLENATORE CHE HA RESO SQUADRA LA SQUADRA PIÙ FORTE

CESENA FC 6,5 Tenuta mentale da sopravvissuto di Guantanamo: dopo la cappella dell’anno, contro il Nemico, nel momento in cui potrebbe saltare tutto, le gambe e la testa tengono. Entrambe sono merito di Angelini, e questo lo dico da inizio stagione: la preparazione di Acquapartita ha fatto la differenza nel tenere nel mirino il Matelica. Poi i ghelli dei soci di Cesena FC hanno chiuso il discorso campionato. E, come l’ultima volta“a meno di stronzate clamorose, il campionato è finito”. LA SQUADRA PIÙ FORTE