Un altro calcio è possibile: dal calcio tedesco al modello St Pauli - Parte V

Associazionismo è una responsabilità sociale nei confronti dei soci e della società globale intesa come collettività tutta: ecco il tema della puntata di oggi.
03.03.2020 08:00 di Stefano Severi   Vedi letture
Un altro calcio è possibile: dal calcio tedesco al modello St Pauli - Parte V

Associazionismo è una responsabilità sociale nei confronti dei soci e della società globale intesa come collettività tutta. Nel caso vi interessi conoscere più da vicino il mondo del calcio tedesco questa frase inevitabilmente sarà un mantra che sentirete ripetere più volte, per sottolineare come tutte le associazioni abbiamo per statuto una forte responsabilità sociale e quindi debbano lavorare per la collettività.

Questo è cioè che andremo approfondire nella quinta puntata della nostra inchiesta sul modello St Pauli: qui trovate le puntate precedenti: [I] [II] [III] [IV], sempre con l’importantissima precisazione che l’associazionismo è diverso dall’azionariato popolare.

Allora, cosa significa associazionismo?

Associazionismo significa tante persone che si mettono insieme e si trovano una volta all’anno in assemblea e perseguono determinati fini stabiliti da uno statuto. Ma non finisce qui, con l’associazione principale. Il St Pauli ha una serie di ulteriori associazioni che si incastrano e collaborano, affinché si sviluppi una piramide associativa per meglio perseguire il medesimo fine progettuale. Alla fine di questa puntata vedremo nel dettaglio alcune delle associazioni affiliate al St Pauli e le loro mission specifiche.

Partiamo con un esempio…

Certo, allora possiamo raccontare che tra il 2002 e il 2004, quando il St Pauli non aveva ancora questa fama planetaria, iniziò ad andare a Cuba per svolgere i ritiri invernali e per disputare alcune partite amichevoli. Fu l’occasione anche per la squadra per entrare in contatto con una realtà differente, per capire le problematiche che altri paesi affrontavano. Una di questa era la scarsità di acqua e alcuni giocatori, una volta rientrati in Germania, pensarono di creare qualcosa per Cuba e per combattere la scarsità di acqua. Benjamin Adrion nel 2005 si inventò Viva con Agua, un’associazione per portare acqua prima a Cuba e poi in altre 15 nazioni. Dall’associazione nacque poi una fondazione  e oggi il marchio Viva con Agua commercializza acqua in tutta la nazione e ha coinvolto altri personaggi famosi ed è in continua espansione. L’associazionismo è così: è parte integrante del progetto, si sviluppa e si moltiplica.

Eppure anche Viva con Agua era partita come associazione di quartiere, vero?

Certo, per poi arrivare ad essere nel 2008 l’acqua ufficiale degli Europei di calcio nonché l’acqua venduta a Millerntor e in altri stadi. Sono diventati anche Ong e operano in 15 nazioni, dall’Etiopia al Burkina Faso. In generale esistono associazioni di vario tipo, sempre per portare socialità a partire dal quartiere. Ci sono associazioni di musica, partenariati con i sindacati, e simili, associazioni contro la depressione o che stanno vicino ai disoccupati e senza tetto. Il St Pauli ha un rapporto privilegiato con le suore della Casa di Betlemme che ha sede a pochi metri dallo stadio e che si occupa di assistenza ai senza tetto.

Ma è una prerogativa del St Pauli questa vicinanza con il quartiere?

Assolutamente no, tutte le squadre e le associazioni sviluppano questo rapporto con il quartiere e questa è una enorme differenza con l’Italia. In Italia è impensabile che una squadra collabori con la parrocchia di fronte allo stadio o con l’associazione di quartiere di disoccupati e senza tetto. Millerntor, lo stadio del St Pauli, ospita persino un asilo. Certo, il St Pauli ha una base sociale particolare però lo fanno in Germania un po’ tutti: l’Amburgo ad esempio ha Hamburg Weg che si occupa integrazione e  immigrazione, e così via. Poi ci sono collaborazioni con università e scuole. Per il tedesco è normale, spesso non vengono nemmeno comunicate durante le interviste o i resoconti perché per loro sono attività di base. 

Altri esempi?

Possiamo citare due grandi sponsor del St Pauli, Lonsdale e Levi’s, che destinando parte dei propri introiti a queste associazioni parallele. Oppure potremmo parlare del progetto a sostegno delle Api (il miele di Ewald) o quello dello stadio alimentato da energie pulite. A questo punto dovrebbe insomma essere chiaro cos’è un’associazione: un progetto che parte dalle persone. 

Quali sono alcune delle principali associazioni che operano in sintonia con il St Pauli?

#Fanräumen = organizzazione per tutti soci e non soci di eventi, concerti, discussioni, presentazioni di libri e conferenze, etc. È ubicata in tribuna est (gegengerade). 

#Rote Flora = csoa, organizzazione politica per scambio informazioni e organizzazioni di eventi politici. 

#archivio RF = uno dei piu grandi archivi storici alternativi in Europa, molto grande la parte italiana, la piu estesa tra le non tedesche. 

#Pudel = organizzazioni di eventi, discussioni in particolare a sostegno dell’emigrazione. 

#Barboncino = eventi politici, in particolare sull’emigrazione. 

#Rote hilfe = soccorso rosso = avvocati che seguono particolari vertenze da stadio, politiche ed anche di lavoro. 

#Sankt pauli Museum 1910 = incontri ed organizzazione di esposizioni storiche e politiche. Durante i giorni delle aprtite diventa una vineria Antifa (ubicato nella tribuna est, ovvero gegengerade). 

#san pedri = sostegno contro depressione. 

#Knust = organizzazione feste con il FCSP a tema, ad esempio san patrick day o concerti natale e fine anno, open air centenario (qui suonarono per primi la Banda Bassotti + Talco + Kina + DDR gruppi italiani). 

#viva con agua = commercializzazione di acqua a fondo benefico: il progetto sociale reinveste il 100% dei proventi a sostegno di oltre 15 nazioni. 

#fondazione viva con agua = fondata da 2 ex giocatori Adrion + Eger e da due cantanti #Bela B (Die Ärtze) + Mark #Tavassol (Wir sind die Helden). 

#Kiezkick = organizzazione sport popolare per ragazzi meno abbienti, calcio su strada ed altro .

#Lampedusa = sport per ragazzi migranti, recentemente diventata una nuova sezione (commissione) del FCSP.

#Pestalozzi = organizzazione filantropa di origine italiana (Como/chiasso) segue oltre 150 bambini nel primo asilo nido al mondo dentro uno stadio 24 ore su 24, 7 giorni su 7. 

#Haus Bethlem = suore Teresa di Calcutta, seguono isenza tetto e senza lavoro. 

#Levi’s = il marchio ha voluto espressamente seguire il Sankt Pauli e sostenere molti progetti sociali 

#Kiezstrom = energia pulita. 

#Lonsdale = ha voluto espressamente seguire il sankt pauli e sostenere molti progetti sociali. 

#Molotow = segue le nuove generazioni creando una scuola per la musica. 

#Hafenklang = csoa, in passato ha dato brevemente ospitalità a personaggi quali Iggy Pop e David Bowie, oggi attivo club ufficiale del FCSP organizzatore di feste ed incontri. 

#Monkey = da anni segue musicalmente le vicende politiche e musicali del FCSP. 

#Fanladen = segue la tifoseria dai piu piccoli ai più grandi, organizza incontri a tema (antifa e repressione) e coordinamento con le istituzioni regionali e federali (come le equivalenti delle nostre Figc e Lega Calcio).

#Uebersteiger = prima fanzine modello Guerin Sportivo in Germania, nata fine anni 80 con altro nome e divenuta motore politico delle associazioni del FCSP dove hanno collaborato e fatto esperienze tra gli altri H. Luettmer (oggi dirigente fcsp ) Guido Schröter (vignettista oggi del FCSP e tra i piu famosi in Germania tanto da pubblicare sui più famosi giornali tedeschi), M. Gliendmeier (capo redattore sportivo Spiegel). Oggi ancora efficiente come allora e sempre come mensile. 

#Jolly Roger = attivo da anni per il mantenimeto storico del nome della bandiera dei pirati e per organizzazione di concerti e festival. 

#BAFF = per il mantenimento dei valori del tifo come posti in piedi, canti, cori e trasferte. 

#Hinz&Kuntz = associazione per il sostentamento di senza tetto e disoccupati.

Come si diceva nelle puntate scorse, l’associazionismo è il cordone ombelicale che lega la squadra al quartiere…

Esatto, mentre In Italia sono anni che si taglia questo cordone ombelicale: i presidenti vanno contro i propri tifosi che non sono soci e che quindi, inevitabilmente, diventano semplici clienti. Mentre il socio è comproprietario, in Italia esistono tifosi che sono clienti, sfruttati da mattina a sera dai presidenti. Manca rapporto diretto dove il socio partecipa allo sviluppo di nuove progettualità. La principale differenza è tutta qui.