Deferite Perugia e Atalanta per scambi "dal valore fittizio"

10.06.2018 12:00 di Redazione TUTTOCesena  articolo letto 2190 volte
Fonte: Perugia Today
© foto di Dario Fico/TuttoNocerina.com
Deferite Perugia e Atalanta per scambi "dal valore fittizio"

La Figc ha deferito Perugia e Atalanta (deferite per responsabilità oggettiva), oltre ai presidenti Santopadre e Percassi, al responsabile dell’area tecnica umbra Goretti e al dt orobico Sartori. 

Motivo della decisione del Procuratore Federale, secondo quanto riportato da Perugia Today, le due società avrebbe commesso qualche illecito nell’operazione che portò il difensore Gianluca Mancini a Perugia e lo scambio, verso Bergamo, di Alessandro Santopadre. Le due società avrebbero sottoscritto nei contratti di cessione un valore totalmente fittizio dei giocatori e di gran lunga inferiore, nel caso di Mancini, e superiore, per Santopadre, a quelli reali dei giocatori”.

Il comunicato della Figc recita che Perugia e Atalanta avrebbero dichiarato un valore fittizio di cessione di gran lunga inferiore rispetto all’effettivo valore del calciatore stesso […], così determinando un significativo danno economico ad altra Società calcistica (la Fiorentina), con la quale il Perugia […] aveva stipulato un accordo che prevedeva la corresponsione di un premio di rendimento in favore di tale società in caso di futura cessione ad una società calcistica terza, in misura pari al 50% dell’importo del prezzo di vendita”.