Senti un po’ Contini… “La Pergolettese farà parlare il campo”

Il mister dei cremaschi non ha dubbi: “Contro il Modena abbiamo coronato una stagione intera”
21.05.2019 12:00 di Patrick Lavaroni   Vedi letture
Matteo Contini
Matteo Contini

Secondo avversario di questa Poule scudetto è la Pergolettese, detentrice dello scalpo gialloblù modenese. I lombardi hanno superato i canarini allo spareggio del Girone D . Alla loro guida troviamo Matteo Contini, vecchia conoscenza non solo del Cesena, bensì dell’intero panorama calcistico italiano. L’ex difensore che ha calcato i campi della Serie A e della Liga ha risposto così alle nostre domande.

Mister, ci racconti questa promozione della Pergolettese. Pronosticata o sorprendente?
“Sicuramente il nostro era un girone difficile con due corazzate come Modena e Reggiana. La promozione è qualcosa di straordinario e inaspettato ma va detto che i ragazzi ci hanno sempre creduto. La partita dello spareggio è stata un traguardo che ha coronato un percorso di tutto un anno. In più incontravamo un Modena con un recente passato in categorie più importanti, quindi la soddisfazione è doppia”

È la sua prima esperienza da allenatore?
“Si, per i grandi diciamo di si. Ad Agosto avevo iniziato con i ragazzi delle giovanili della Pergolettese. A fine Ottobre mi sono ritrovato catapultato in prima squadra dove ho trovato un gruppo eccezionale e una grande fiducia da parte della società”

In passato, lei più volte è stato vicino a vestire la maglia del Cesena…
“Nel 2004 avevo iniziato anche il ritiro ma per tanti motivi, anche per mia fortuna, mi sono ritrovato a giocare in Seria A. Ci sono state grandi possibilità anche nel 2013, con Bisoli. Io però in estate aspettai che arrivasse qualche altre richiesta dalla Serie A così il Cesena fece altri programmi. Alla fine mi ritrovai alla Juve Stabia. Comunque confermo che tutti i miei accostamenti al Cesena furono veri”

Tornando a mercoledì, che partita sarà contro i bianconeri?
“Difficilissima, giocano in casa e vorranno continuare a fare bene per i loro tifosi. Noi abbiamo tagliato il nostro traguardo e nella prima partita di questa Poule Scudetto abbiamo vinto (2-1 alla Pianese ndr) quindi giocheremo a viso aperto e date le due gare nel giro di pochi giorni forse darò spazio a chi ha giocato di meno. Comunque, a decidere il risultato sarà sempre il campo”