Parola di mister Medri #6: Francavilla

Mister Filippo Medri, settimana dopo settimana, ci racconta le avversarie
13.10.2018 12:30 di Filippo Medri   Vedi letture
Cosmo Palumbo
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Cosmo Palumbo

Il Francavilla viene da una ottima stagione dove è riuscito a terminare il campionato con un sesto posto sorprendente, giusto a ridosso della zona playoff. La guida tecnica è stata affidata a Paolo Rachini, ex calciatore di Pescara e Rimini lo scorso anno in eccellenza alla RC Angolana, per una rifondazione partendo da quanto di buono conquistato.

Rispetto alla scorsa stagione la rosa è cambiata in modo sostanziale, anche se sono rimasti alcuni dei giocatori più rappresentativi quali l’attaccante argentino Pablo Ezequiel Banegas, classe ’92 ex Triestina dal mancino particolarmente tecnico e molto bravo nei calci piazzati, già autore lo scorso anno di 8 gol e di 4 reti da inizio stagione, e il centrocampista Cosmo Palumbo – in bianconero nella stagione 08/09 –, autore nella scorsa stagione di ben 13 reti.
La linea difensiva è composta dai centrali Claudio Cafiero e Andrea Bosco o Denny Nazari, entrambi esperti per la categoria e forti fisicamente.
Sulle corsie esterne ci sono gli under Alessandro Di Rienzo, Alessandro Sanseverino e Adama Coulibaly si alternano: una delle problematiche più rilevanti del Francavilla è proprio la fase difensiva sulle fasce, dove hanno tutti qualche difficoltà.

Secondo me il loro vero punto forte è il centrocampo dove troviamo Matteo Bedin, buon palleggiatore e interditore, le due mezzali Francesco Mele e uno dei migliori ’98 del campionato insieme al già citato Palumbo, sempre pronti ad inserirsi per poter sfruttare le loro caratteristiche tipicamente offensive. Come alternativa under abbiamo Maiolo, classe ’98, gioiellino che si è portato dietro mister Rachini dalla RC Angolana.

Nel reparto avanzato troviamo come già detto Banegas, ma soprattutto Wilson Cruz attaccante proveniente dalla Vis Pesaro vincitrice dell’ultimo campionato, forte fisicamente, abile nel gioco aereo e costantemente in doppia cifra a fine stagione, già capocannoniere del girone G con l’Albalonga nel 2016. Assieme a loro da tenere sotto il centro del mirino difensivo è certamente il nuovo arrivo spagnolo Mario Sánchez, pescato dall’Eccellenza abruzzese, autore di 18 gol lo scorso campionato. Chiudono i giovani Alessandro De Costanzo e Giuseppe Paravati .

Il Francavilla è una squadra che predilige il palleggio e che come già detto è molto abile nei calci piazzati, sia perché dotata di frombolieri che sanno il fatto loro, sia per gli ottimi colpitori di testa, utilissimi nei calci da fermo e per sbloccare le gare, come ha imparato a sue spese il Giulianova.
Ancora una volta però il loro difetto sta proprio sulle palle inattive subite: già 4 volte hanno subito gol, con cali di concentrazioni come quelli capitati ai nostri bianconeri.

Domani vedremo anche che effetto fa avere il pubblico migliore del campionato dalla propria parte, finalmente sul palcoscenico che amiamo tanto.

FRANCAVILLA (4-3-3) SpataroDi Rienzo, Cafiero, Nazari (Bosco), SanseverinoMele (Maiolo), Bedin, Palumbo; Banegas, Cruz (Sánchez), De Costanzo. All: Rachini.