Parola di mister Medri #4: Sammaurese

Mister Filippo Medri, settimana dopo settimana, ci racconta le avversarie
29.09.2018 09:00 di Filippo Medri  articolo letto 2602 volte
Thomas Bonandi
Thomas Bonandi

Primo derby di campionato per la band di Angelini che affronta la Sammaurese, squadra che dopo diverso tempo ha cambiato la guida tecnica affidandola ad Alessandro Mastronicola, bandiera ed ex allenatore del Rimini, pur confermando la leadership Thomas Bonandi.

Il modulo preferito è il 4-3-3, dove in porta troviamo l’ex Forlì Nicolò Baldassarri, classe ‘99 giocatore di buona prospettiva, ma ancora un po’ altalenante. L’asse centrale difensivo ha come pilastro Roberto Rosini classe ’91, anche lui ex Rimini, e Nicolas Lombardi al terzo anno con la maglia della Sammaurese. Sulle corsie esterne difensive abbiamo Federico Salvi e l’ex Primavera del Cesena classe ’98 Joaquim Soumahin, più bravi ad attaccare che non a difendere: primo punto da tenere in considerazione.

Il centrocampo è guidato da Marcello Scarponi punto fermo e trottolino del centrocampo giallorosso sopportati da Simone Errico, buon giocatore dotato di ottimi tempi d’inserimento, col supporto dell’under classe 2000 Luca Merciari. Nel reparto offensivo troviamo Liborio Zuppardo, buon centravanti dal fisico possente che in questa prima parte di stagione ha trovato la porta con classica continuità, dall’under ex Cesena Kalil Louati classe ’99 talentuoso dotato di ottima tecnica e buon fisico, per finire con il già citato Bonandi, croce e delizia di questa squadra, partito dalla Prima Categoria ed arrivato alla serie D realizzando più di 100 gol con la maglia sammaurese. Come prime alternative possiamo citare Matteo Sapucci buon talento classe ’98, però mai esploso definitivamente.

È una squadra che starà molto raccolta non concederà spazi: al Cesena servirà pazienza per poter entrare nelle maglie difensive. I tre pareggi in tre gare testimoniano di una squadra che non ci sta e che sa che la priorità è mettere punti in cascina senza ciccare. Potrebbero avere qualche problema sugli esterni difensivi avendo giocatori più efficaci in avanti in quel reparto.

Sono efficaci nelle palle inattive essendo Roby Rosini, Zuppardo e Nicolas Lombardi buonissimi colpitori al volo e Bonandi molto bravo nel calciarle.