Parola di mister Medri #11: Isernia

Mister Filippo Medri, settimana dopo settimana, ci racconta le avversarie
10.11.2018 08:00 di Filippo Medri  articolo letto 1065 volte
Armando Iaboni
Armando Iaboni

L’Isernia è una delle Società neo promosse di questo girone F, avendo vinto il campionato dell’Eccellenza molisana.
La guida tecnica è affidata quest’anno a Massimo Silva, allenatore dal passato importante, con ultime esperienze ad Ascoli Picchio,Grosseto e Campobasso nell’ultima stagione, ancora in serie D e ancora nel girone F: il modulo preferito è il 3-5-2 con la squadra che spesso si adatta all’avversario di turno.

L’inizio di campionato non è stato dei migliori, con la squadra che ancora alterna periodi più o meno positivi.
La linea difensiva è composta dal portiere Mario Landi, ex Campobasso che ha seguito mister Silva nella nuova avventura molisana, con i centrali Daniele Frabotta – che nasce terzino destra e in quella posizione ha vissuto due stagioni all’Agnonese –, Antonio Barretta e il croato Marin Ćaćić tutti ben strutturati, con le corsie esterne che solitamente vengono presidiati da giocatori under quali Angelo Capuozzo o Raffaele De Chiara a sinistra e Marco Marino a destra.

Il centrocampo è prettamente di sostanza con Carmine Cristiano o il ghanese Douglas Gyabba e Albino Fazio e Cristiano Ciccone che cercano spesso di rompere il gioco, adattandosi al ruolo secondo lo schema di Silva.

Per quanto riguarda l’attacco, in questo momento è il reparto che ha faticato di più e si sono alternati giocatori come l’ex bianconero Marco Di Matteo – meteora con un paio di panchine e una presenza ai tempi della promozione in serie A nel 2010, ora però in fase di recupero da un infortunio – e Giacomo Romano con l’esperto capitano Armando Iaboni, highlander degli Abruzzi tra Eccellenza e serie D con le sue 39 primavere: tutti giocatori dal passato molto prolifero ma che in questo momento patiscono un po’ la categoria.

Il Cesena troverà un ambiente caldo, che vede i 500 al seguito del Cesena come una vera e propria occasione per mettersi in mostra, con una squadra che per salvarsi dovrà necessariamente fare dei punti in casa.