Il portiere Spacca: “La prima della classe non può accontentarsi”

Originario proprio di Francavilla al Mare, Valerio Spacca difende i pali della squadra della sua città.
01.02.2019 12:00 di Bruno Rosati  articolo letto 2472 volte
Valerio Spacca in uscita
Valerio Spacca in uscita

In questo tour de force, che vede il Cesena affrontare tanti club a pochi giorni di distanza, è arrivato il momento del Francavilla. Gli abruzzesi si trovano momentaneamente fuori dalla zona play-off ma gli spareggi a fine stagione sono del tutto alla portata. Ci siamo fatti raccontare che sfida sarà quella di domenica da un francavillese doc, il portiere Valerio Spacca.

Spacca, nella gara di andata lei era titolare, il Francavilla perse 2 a 0. Eppure lei non subì nemmeno un gol…
“Sì, abbiamo subito gol proprio quando è entrato Spataro”

Quello fra lei ed il suo compagno under è un avvicendamento che si è visto spesso in stagione. Com’è vivere una situazione del genere in prima persona?
“Ci siamo alternati spesso fra i pali. Non è facile gestire una situazione del genere per il ruolo che ricopriamo ma se c’è affiatamento fra compagni la si vive bene. Con le regole vigenti, bisogna sapere adattarsi anche a queste situazioni e fai il tifo per l’altro. Purtroppo però Luigi si è rotto il crociato e quindi starà lontano dai campi per un po’. Faccio a lui il mio in bocca al lupo”

Il Francavilla era dato fra le favorite ai nastri di partenza però ora si trova fuori dalle prime cinque posizioni…
“Non è mai scontato rispettare le attese di inizio stagione. Guardate l’Avezzano e il Forlì che dovevano arrivare ai play-off. Le partite vanno sempre giocate tutte”

Cosa può darvi quella spinta in più che vi è mancata sino ad ora?
“Abbiamo una gara da recuperare contro il Campobasso e se dovessimo vincerla saremmo terzi a pari punti con il Notaresco. Non si sa ancora quando la partita verrà giocata perché il Campobasso ha fatto ricorso. Ma siamo ancora in corsa e questo ci deve dare la spinta giusta per fare ancora meglio di quanto fatto finora”

Che tipo di incontro sarà quello che vedremo in scena allo stadio Valle Anzuca?
“Sarà una partita difficilissima. Il Cesena è il primo della classe e non può accontentarsi di un pareggio. Verrà qui per fare la partita. Tra di noi, oltre a Spataro, è indisponibile Palumbo che è un giocatore fondamentale. Sarà dura ma venderemo cara la pelle”