GLI ALTRI | Il Palermo non riesce a Coronado i suoi sforzi

Siciliani volenterosi e propositivi, ma manca concretezza in avanti e dal dischetto.
 di Francesco Mondardini  articolo letto 1045 volte
Rolando.
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Rolando.

POMINI 6,5 Attento a deviare in angolo la conclusione velenosa di Fedele, evitando al Cesena di poter gelare la Favorita. Per il resto è ordinaria amministrazione di una squadra che ha fatto la partita. PRESENTE AL BISOGNO

RISPOLI 6 Si spinge in avanti, perché così gli chiede Stellone, fino a centrare il tiro nella porta avversaria. Terzino d'attacco, dalla conclusione facile, ma anche imprecisa. OFFENSIVO

DAWIDOWICZ 6,5 Si procura il calcio di rigore, grazie alla complicità di Cascione che gli frana addosso. In difesa, è efficace spazzando spesso e volentieri. FURBO

RAJKOVIC 6,5 Gli tocca il non facile compito di marcare a uomo Jallow nel secondo tempo, quando il gambiano entra in campo fresco a partita in corso. E' attento e non fa correre pericoli alla sua squadra. SICURO

ALEESAMI Prima lavoro di copertura, più che di spinta. Poi, nel secondo tempo, inizia a prendersi più libertà salendo quasi a fare il trequartista. La verve è giusta, il piede poco preciso. IMPRECISO

ROLANDO Sfavillante sulla fascia, dove scoppietta a ogni pallone che rotola nella sua zona, l'out di destra. Alla mezzora, scarica una staffilata violenta che s'infrange sulle braccia di Fulignati, molto bravo a neutralizzarla. (Dal 75' TRAJKOVSKI 6,5 Scende in campo ed è subito pericolo con una conclusione potente, frutto di un ottimo guizzo, da cui il Cesena si riesce a riparare egregiamente, ancora grazie a un intervento provvidenziale di Fulignati).

JAJALO 6 Cerca spesso il contatto, lo trova, lo vince il più delle volte. Fa ordine in mezzo al campo. Guardiano difensivo, pecca qualcosa a livello di palleggio. TUTOR (Dall'80' CHOCHEV SV).

MURAWSKI 5,5 Non pulitissimo negli interventi, potrebbe evitare qualche "blocco" falloso che facilita il Cesena a prendere fiato. RUVIDO

CORONADO Fatica a trovare spazio sulla fascia, dove è francobollato dalla retroguardia bianconera. Punta a mettere in difficoltà Donkor, con cui inanella un duello sfizioso per il pubblico. L'errore sul dischetto è madornale, quando spreca un'occasione d'oro calciando male il rigore del possibile vantaggio. Prova a riscattarsi nella seconda frazione, con una serie di serpentine che però non danno frutti. EMOZIONATO

LA GUMINA Ha grande appetito, e lo dimostra subito quando si mangia una conclusione a rete piuttosto facile su assist rasoterra di Rolando. Molto attivo di testa, con cui sponda parecchie palle sporche che si trasformano in pericoli per il Cesena. Buona visione di gioco, ma manca il fiuto del rapace d'area. ALTRUISTA

MOREO 5,5 Non è rapidissimo, ma riesce a sopperire con un ottimo gioco di gambe. Un po' nascosto a tratti, fatica a concretizzare i rifornimenti. (Dall'87' NESTOROVSKI SV).

 

STELLONE 5,5 Si gioca i tre cambi offensivi nell'ultimo quarto d'ora di partita. Forse, avrebbe potuto agire prima cercando di cambiare l'inerzia della gara che è stata sempre in equilibrio. E ora il cammino per centrare la promozione si allunga... ATTENDISTA