GLI ALTRI | Il Brescia non riesce ad alzare i Tonali

Le Rondinelle provano in tutti i modi a superare la difesa cesenate, che però resiste fino all’ultimo.
21.04.2018 18:30 di Francesco Mondardini   Vedi letture
Dimitri Bisoli.
© foto di Federico Gaetano
Dimitri Bisoli.

MINELLI Non una giornata particolarmente difficile per il portierone biancoazzurro, impegnato davvero di rado. Un paio di uscite in due tempi, il massimo dei brividi per i tifosi delle Rondinelle. SCIOPERO  

COPPOLARO 6 Primo tempo di ordinaria amministrazione. Quando poi, nel secondo, entra in campo Jallow tra i cesenati, posizionandosi nella sua area di competenza, il clima si scalda. Ma comunque non è ancora estate. TIEPIDO

SOMMA 6,5 Con il capitano, Gastaldello, forma una bella coppia, solida. Non è rapidissimo, ma riesce comunque a tenere a bada, di mestiere, gli attaccanti avversari. Sa sfruttare il fisico, evitando di farsi superare. PRESENTE

GASTALDELLO 6,5 Dà il 110% in campo e rischia i crampi a metà secondo tempo. Li riesce a gestire per un po’, poi è costretto a chiedere il cambio. Comunque molto efficace. CAPITANO (Dall’86' MECCARIELLO SV

CURCIO 5,5 Il Brescia fatica a creare gioco, e lui dovrebbe cercare di dare una mano ad attivare la corsia di sinistra. Ma il suo mancino non è in giornata e diversi cross finiscono sugli spalti... RICALIBRABILE 

BISOLI 6,5 Mezzala sempre più coriacea, il ventiquattrenne figlio di Pierpaolo. Smazza in mezzo al campo, dove il fronteggiarsi di due moduli 4-3-3 speculari provoca un affollamento notevole. Prova qualche blitz in avanti, senza tuttavia trovare fortuna. FORZUTO 

TONALI 6,Molto spesso, è il difensore aggiunto del Brescia. Si sacrifica tanto, tantissimo. Forse un po’ troppo, considerando che secondo gli schemi di Boscaglia dovrebbe dedicare un po' del suo tempo anche alla costruzione del gioco, oltrechè alle rincorse senza palla. Sale in cattedra nel finale di partita, quando riesce a rimanere più lucido dei mediani cesenati, provocandone alcune ammonizioni. COMPLETO

NDOJ Il più irruento, dei tre di centrocampo della Leonessa. Accende il semaforo rosso, a volte anche con falli tattici, per fermare l'avanzata degli uomini di Castori. Qualche scintilla con Donkor, il suo alter ego per agonismo nelle fila della Romagna bianconera. LOTTATORE

FURLAN 6 Palla al piede, è il migliore del Brescia. Grande proprietà di palleggio. Peccato però che non sia abbastanza altruista da favorire la superiorità numerica quando ne avrebbe la possibilità. (Dal 72' CARACCIOLO Entra per fare la differenza, mentre il pubblico del ‘Rigamonti’ inneggia al suo nome. Però non ha abbastanza minutaggio per segnare la gara. LIMITATO)

TORREGROSSA 5,5 Con Caracciolo assente, diviene il punto di riferimento del fronte offensivo biancoazzurro. Cercato spessissimo dai compagni di squadra, è un peccato che non riesca a gestire ottimamente il meccanismo di fuorigioco innescato dalla retroguardia romagnola, che lo frena tanto. BLOCCATO 

OKWONKO Un po’ esuberante, ma comunque molto volenteroso, il nigeriano, alla sua decima presenza stagionale con la maglia delle Rondinelle. Si dà un gran da fare per scardinare gli equilibri difensivi del Cesena. Certo, la marcatura dell’esperto Perticone gli limita molto lo spazio d’azione. Ma nonostante tutto, cerca spesso di saltare l'uomo finché, a polmoni ormai scarichi, viene sostituito. (Dal 62' SPALEK 5,5 Prova spesso il dai-e-vai. È un tentativo di accelerare il gioco bresciano, molto macchinoso in alcuni frangenti. Tentativo che... Rimane tale. CHANCE)

 

BOSCAGLIA 6,5 La sua squadra ha trovato un equilibrio, e non perde da sei partite. La rotta tracciata è quella giusta per salvarsi, e a cinque partite dal termine il vantaggio sulla zona calda è considerevole. Ma non è ancora finita. Compito suo sarà quello di mantenere alta la tensione fino all'ultimo respiro di questo campionato. MOTIVATORE