GLI ALTRI | Frosinone scarico e sotto pressione

I ciociari, mai in partita, vengono battuti su rigore.
28.04.2018 19:30 di Francesco Mondardini  articolo letto 1571 volte
Andrea Beghetto
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Andrea Beghetto

VIGORITO 6 Jallow ha fiato e forza per andargli sotto, in pressione, e lui è costretto spesso a giocare coi piedi. Se la cava. Ipnotizza Laribi quando, a tu per tu con lui, ne blocca un tiro flebile. Sul rigore invece, calciato bene da Larivi, viene spiazzato. CANTERA

BRIGHENTI 5,5 Laribi rientra nel suo raggio d'azione, e non è certo un bel cliente da trattare. In fase di costruzione, a destra, dove opera, il Frosinone fatica a creare gioco e la colpa è anche sua. NASCOSTO

TERRANOVA 6 Frizioni con Jallow. Prima verbali, quando carambolano entrambi a terra, al di là di un cartellone pubblicitario. Poi spalla contro spalla, per gran parte del match. Nel complesso, tiene bene la posizione, ma Longo decide di sacrificarlo per dare più brio alla squadra. SOLIDO (Dal 54' CITRO 6,5 Bella verve, cerca giustamente l'uno contro uno appena entrato. Dopo la prima fiammata, è sfortunato a colpire un palo da posizione ravvicinata. FERMATO).

KRAJNC Dimostra un buon tempismo negli interventi difensivi e una certa visione di gioco nel saper far ripartire l'azione. Difensore completo, di testa è il più presente della difesa laziale. Sul rigore, però, interviene troppo bruscamente su Kupisz, macchiando inevitabilmente la sua prestazione. FATALE

CIOFANI 5,5 Si gioca più a sinistra, che non nella sua zona e il rischio "desaparecido" è alto. Prova a riscattare la sua prestazione con un paio di conclusioni, ma i suoi tentativi si infrangono sulla difesa cesenate. EVANESCENTE

GORI 5,5 "Ordinario" più che ordinato. Spezza il gioco, più che costruirlo. Non commette sbavature però ha un'area di azione molto limitata e non riesce a spingersi oltre. COMPITINO

MAIELLO 6 Quando il Frosinone si difende, la sua posizione si schiaccia sulla linea difensiva ed è il primo ad uscire in pressione sugli avversari. Lavora di polmoni, garantendo equilibrio. Sgomita parecchio, procurandosi qualche contusione negli scontri di gioco, finché è costretto ad abbandonare il campo. INCEROTTATO (Dal 53' SODDIMO 5,5 Viene inserito in campo nella speranza di alzare il baricentro giallazzurro. Voglioso, pimpante, ma anche poco preciso, le sue verticalizzazioni finiscono preda dei difensori cesenati. INCOMPLETO).

KONE 5,5 Un po' assente dalle trame del gioco frusinate. Le poche sortite in avanti che compie sono lontane parenti dei break offensivi a cui era abituato il pubblico del Manuzzi. APPASSITO

BEGHETTO 6,5 Tornante molto largo, sciabola spesso verso il centro dell'area. La tecnica è ottima, gli arresti pure. Nello stretto sa mettere in difficoltà Perticone, che è più pesante di lui. TEMIBILE (Dal 82' PAGANINI SV E' la carta della disperazione di Longo. Rimane tale. BLOCCATO). 

CIANO 5 A tratti, sembra un giocatore di calcetto: piede fatato, ma movimenti senza palla più rari di un governo stabile. Nel secondo tempo, però, iniziano le imprecisioni su cross e passaggi. Cerca la giocata decisiva nel finale ma, con poca gamba, non la trova. SPENTO

DIONISI Semina il panico nell'area di rigore romagnola. Grande proprietà di palleggio, purtroppo non accompagnata da un altrettanto grande dose di tempismo. A volte ritarda i suggerimenti per i compagni di squadra, altre li evita proprio. FUORI TEMPO

 

LONGO 5,5 Sta attraversando il momento più delicato della stagione. A Cesena è arrivata la seconda sconfitta consecutiva e la prima promozione diretta in A, con l'hurrà dell'Empoli. La sua squadra appare poco concentrata e ora non si può permettere più errori. SOTTO PRESSIONE