GLI ALTRI | Delfini spiaggiati e senza soluzioni offensive

Il Pescara prova in tutti i modi a trovare un successo fondamentale per la salvezza. Ma alla fine è solo 0 a 0.
01.05.2018 18:30 di Francesco Mondardini   Vedi letture
Gaston Brugman
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Gaston Brugman

FIORILLO 6 Il Cesena fa poco gioco e molto lontano dalla sua porta, il suo impegno è ridotto ai minimi sindacali. I pochi tiri in porta, che per lo più arrivano da calcio piazzato, sono sue prede facili. PRIMO MAGGIO

FIAMOZZI 5,5 Dopo pochi minuti, ha un'occasione enorme di testa, che però non riesce a sfruttare. Nei secondi 45' continua la spinta in avanti, ma trova poche volte la superiorità numerica nell'uno contro uno. Scodella un’innumerevole quantità di traversoni in area, che però raramente arrivano a servire i compagni. INCOMPIUTO (Dall'87' CODA SV). 

GRAVILLON Si immola a difendere la propria porta dagli attacchi forsennati di Jallow. Lascia giustamente la costruzione del gioco al centrocampo, affidando il pallone a Brugman e compagni. UMILE

PERROTTA 5,5 Un po’ rude quando si tratta di stoppare gli attacchi dei romagnoli. Efficace a modo suo, riesce a difendere bene la porta dalle scorribande avversarie. SOSTANZA

CRESCENZI 6,Partecipa attivamente alla manovra offensiva, dando manforte ai suoi. Nella ripresa è una spina nel fianco della retroguardia cesenate. GUIZZANTE

MACHIN 5,5 Viene servito a dovere da Capone, ma cicca un tiro che poteva fare davvero male a Fulignati. Per il resto, un po’ nascosto. DISTANTE

BRUGMAN 6,5 Chiude bene dagli attacchi dei cesenati, sfruttando l’astuzia e l’esperienza con cui spesso induce al fallo gli avversari. Dimostra buona tecnica nel giro palla, che effettua con costanza e senza sbavature. Provvidenziale nelle chiusure difensive, quando si sacrifica per la squadra. FONDAMENTALE

VALZANIA 6,5 Dei tre di centrocampo, è il pescarese che cerca più di frequente l’imbucata. Verticalizza, ma si butta anche nello spazio, dimostrando di essere ulteriormente cresciuto tatticamente. Alla mezzora della ripresa, si fa bloccare da Fulignti una potente incursione in area, ma comunque mostra sempre di esserci. PRESENTE

MANCUSO 6 Sulla destra, è molto sgusciante e fa vedere i sorci verdi a Suagher. Bravo anche a indurre al fallo i mediani bianconeri, che faticano a trovare contromisure alla sua verve. VIVO (Dal 78' BAEZ SV).

PETTINARI 5,5 Sulla carta, è l’uomo più pericoloso del Pescara con già 13 reti realizzate. Emerge però una certa difficoltà a sfondare la linea difensiva cesenate. Con l'andare avanti del match, perde in brillantezza e i difensori cesenati se ne accorgono, braccandolo. (Dal 72' BUNINO 6,5 Appena entrato in campo, si fa mezzo stadio palla al piede provocando l'ammonizione di Suagher. Ottima propulsione. ACCELERATO).  

CAPONE 6,5 Coi piedi, fa quello che vuole. Svaria molto, palla al piede. Però manca sempre il suggerimento vincente, la giocata finale. Ha comunque la forza per rimanere in campo fino all'ultimo minuto e cercare il colpo letale. FANTASISTA

 

PILLON 6 La partità è subito bloccata e lui, pur sfruttando i tre cambi a sua disposizione, non riesce a cambiarle inerzia. Al Pescara i tre punti significherebbero salvezza, ancora è troppo presto per esultare e tirare i remi in barca. Probabilmente ci sarà da soffrire fino alla fine, e lui dovrà essere in grado di gestire le sofferenze dei suoi. STATICO