Capitan Pergreffi: “Zecca va tenuto a bada”

Antonio Pergreffi, difensore del Piacenza col vizietto del gol, ci dice la sua in vista del match di sabato
20.09.2019 10:00 di Patrick Lavaroni   Vedi letture
Capitan Pergreffi: “Zecca va tenuto a bada”

Cesena e Piacenza, le squadre che nelle ultime due giornate hanno inflitto altrettante sconfitte alla Triestina. Entrambe rimodellate sul mercato, si affrontano in occasione della quita giornata. Gli obiettivi stagionali sono però diversi. Ce li illustra Antonio Pergreffi, difensore e capitano dei lupi biancorossi.

Pergreffi, ci parli del suo rapporto con Piacenza.
Credo che Piacenza sia una casa per me. È il quarto anno qui. In questa società sto bene; nei tre anni precedenti abbiamo costruito qualcosa di grande raggiungendo i playoff e sfiorando la vittoria del campionato nella scorsa stagione. Abbiamo una rosa forte che dimostra il suo valore esprimendosi al meglio.

Prima dove ha militato?
Ero al Lecco in D, dove avevamo vinto i playoff nonostante i problemi societari. Eravamo un grandissimo gruppo; per me era stato un anno importante, avevo segnato sei gol e da lì si sono aperte le porte del professionismo. Devo tanto anche a questa esperienza.

Vizio del gol che non ha perso vista la doppietta rifilata al Modena nella prima giornata.
Si! È stato importante fare due gol così, sia individualmente che a livello di squadra per i 3 punti che hanno portato.

Quali sono gli obiettivi del Piacenza?
Credo che si voglia ritentare quanto fatto l’anno scorso stando nella parte alta della classifica. Non sarà facile dati i tanti nuovi elementi; per ora in quattro partite ne abbiamo vinte due, pareggiandone una e perdendone un’altra: un bilancio nella norma visti i cambiamenti. Ci sono anche diverse nuove squadre da affrontare: un avversario sconosciuto è sempre più ostico.

Cacia, Paponi e Giandonato. A Piacenza abbondano gli ex bianconeri.
Sono tutti e tre nuovi acquisti. Sono arrivati per lottare assieme e si sono subito calati nella parte integrandosi nel gruppo; ci aspettiamo una grossa mano da parte loro.

Da difensore ci dica chi sono gli attaccanti più ostici del girone?
Penso a Granoche avendoci giocato contro di recente; è quello con più armi. Poi dico Marotta del Vicenza. Di attaccanti di peso che fanno i loro gol ce ne sono ma i primi a venirmi in mente sono loro due.

Nel Cesena chi è da temere?
Zecca. Lui è passato anche qua a Piacenza.  Ha buone potenzialità tra corsa e colpi, uno da tenere sempre a bada in partita. Un elemento da trattare di fino.

Che partita si aspetta sabato?
Una gara dove il Cesena sarà spinto dal suo pubblico. Le gare giocate di sera sono sempre più sentite. Loro hanno corsa e intensità, buoni ingredienti per lo spettacolo.

Un pronostico sulla vincitrice del campionato.
È un girone molto equilibrato. Sarà dura delineare la prima così come l’ottava classificata; poi ci sono sempre le rivelazioni. È ancora troppo presto e sinceramente non ci ho ancora pensato.