Covisoc vs Cesena #1 | I rapporti commerciali con Cesena & Co.

Ecco le contestazioni di Covisoc, ragionate punto per punto
01.07.2018 12:30 di Redazione TUTTOCesena  articolo letto 4069 volte
Covisoc vs Cesena #1 | I rapporti commerciali con Cesena & Co.

La Covisoc già a marzo 2018 riteneva remota la continuità aziendale di AC Cesena spa, mettendo nero su bianco la sua preoccupazione sulla tenuta contabile della società bianconera, motivando punto per punto la sua esternazione.

Sin dal 2013 Lugaresi e soci scelsero di cedere in concessione i diritti per l'utilizzo del marchio “A.C. Cesena” alla società controllante Cesena & Co. soc. coop.. Quest’ultimo soggetto ha quindi gestito le sponsorizzazioni della prima squadra e la cartellonistica allo Stadio durante tutto il regno ‘Lugaresi II’.

Il primo contratto di concessione per lo sfruttamento del marchio prevedeva un corrispettivo annuo di 1 mln oltre IVA a favore di AC Cesena spa. Al 30 giugno 2017 Covisoc rileva la sottoscrizione di una modifica al contratto, modifica che stabiliva la riduzione del corrispettivo annuo ad 450mila euro oltre IVA, a partire dalla stagione sportiva 2016-17, quindi con effetto retroattivo essendo il 30/06/17 - data della modifica contrattuale - ultimo giorno riferibile alla stagione 16-17.
Cesena & Co. dal canto suo ha concesso ad Infront Italy srl a decorrere dal primo settembre 2015 il diritto di sfruttamento in esclusiva dei diritti di main sponsor di maglia, nonché tutti gli spazi pubblicitari interni allo stadio per un corrispettivo di 700mila euro qualora la squadra partecipi al campionato di Serie B. 

Qui scatta un campanello d’allarme agli ispettori Covisoc, che sottolineano come dalla stagione 16-17 – cioè da quando il corrispettivo ottenuto da AC Cesena è sceso a 450mila euro – la società sportiva abbia di fatto rinunciato potenzialmente a ricavi pari ad almeno 250mila euro – 700mila euro per la cessione da Cesena & Co. ad Infront Italy meno 450mila euro corrispettivo dovuto ad Adal al 01/07/16 – per la cessione dei diritti per l'utilizzo del marchio.