LE PAGELLE DELLO SPEZIA - Acampora fa rimpiangere Pessina, Ceccaroni pronto per il salto

 di Michele Neri  articolo letto 1365 volte
LE PAGELLE DELLO SPEZIA - Acampora fa rimpiangere Pessina, Ceccaroni pronto per il salto

BASSI 6 Un’uscita con poca convinzione sul corner del vantaggio e la parata su Kone. X, pareggio

DE COL 6 Se Dalmonte si traveste da Mr.Satan, è un attimo diventare Cell. “Sette” un’altra volta, quando almeno sarà obbligatoria la frequenza.

TERZI 5,5 Contro un Cesena privo di arieti avrebbe potuto piantare la tenda oltre la metà campo. Invece teme e subisce le transizioni.

CECCARONI 6,5 “Che godere!”, direbbero a Milano. Eggià: in difesa è perfetto, dà del tu al pallone e sfiora il gol di testa. Serie A quando?

VIGNALI 6 Brilla in corsia, dove costruisce la sorgente per i pericoli spezzini. Poi spostato a mezzala perde lucidità e gli errori si triplicano.

MAGGIORE 5,5 E’ sempre bello fantasticare sui giovani. Affinché diventi grande serve però ancora molto, soprattutto nei metri finali.

BOLZONI 5,5 Statistiche alla mano meriterebbe di più, per la mole di contrasti vinti. Sbaglia in una sola occasione: contropiede, angolo, gol. (GILARDINO 6 La vita è una lunga caduta, l’importante è saper cadere. Forza Gila!)

ACAMPORA 4,5 Affetto da una lieve forma di autolesionismo sforna una delle peggiori prestazioni da quando si è presentato alla cadetteria. Maledetta pausa nazionali, se ci fosse stato Pessina! (SOLERI 5,5 Il compito richiesto da Gallo forse è più grande di lui. Tuttavia non si arrende mai, nemmeno quando arriva la spinta sulla schiena e sarebbe più opportuno tuffarsi)

LOPEZ 5 Un bel lancio per Vignali, qualche cross inefficace, e una trentina di palle regalate agli avversari. Non è sempre domenica.

MARILUNGO 5 Il cuore dei tifosi cesenati lo ha conquistato, e quello dei suoi nuovi supporters? Magari prossimamente. Tristemente impalpabile (MASTINU 6,5 Vaga somiglianza con Asensio. La faccia c’è. La tecnica pure, con le giuste proporzioni. Porta brio a un attacco che pare una cerchia infernale)

GRANOCHE 5,5 Segnare aiuta a segnare. Il gol manca da Marzo, e si vede. Mai pericoloso, prova a compensare con la collaborazione.

 

ALL.GALLO 5 Per 30 minuti lo Spezia pare squadra organizzata, il centrocampo dialoga a meraviglia e il Cesena rincula nel suo fazzoletto di terra. Poi lo svantaggio inaspettato manda in tilt gli Aquilotti. Il mister si spazientisce, prova diversi moduli, sposta giocatori come fossero trottole riducendo ogni volta le probabilità di rimonta. Dimostrazione? Il numero decrescente di tiri in porta