Pelliccioni già al lavoro, definito il primo cda

Presidente CAP, in consiglio Michele Manuzzi, Lorenzo Lelli, Marco Borghetti e Marco Rondoni: mandato di un anno, nessun stipendio. E già siamo in clima di novità...
25.07.2018 15:10 di Gian Piero Travini  articolo letto 6657 volte
Il ds di RC Cesena Pelliccioni
Il ds di RC Cesena Pelliccioni

Il ds di RC Cesena Alfio Pelliccioni è già al lavoro per approntare la nuova squadra che affronterà il campionato di serie D 2018-19. Il sammarinese anche oggi è a colloquio con i vertici della Società per riferire quanto sondato sul mercato.
Società presieduta da Corrado Augusto Patrignani e con un cda di sei elementi, tra cui Michele Manuzzi e Lorenzo Lelli – ex presidente del settore giovanile di AC Cesena –, Marco Borghetti di Effegibi e Marco Rondoni di HipoGroup: nessun compenso percepito, mandato di un anno. Ma la compagina societaria si sta allargando a vista d’occhio, dopo le titubanze della vigilia, segno che la vecchia dirigenza di AC Cesena spa ha smesso di ‘avvelenare i pozzi’ e che sta lentamente tornando una cauta fiducia. Entro la fine della settimana i soci potrebbero essere 25 – ad ora sono 24, con ingressi freschi anche oggi –, per puntare ai 30-35 a cavallo di agosto.
Da definire la forma societaria della newco, ma probabilmente si andrà verso una società per azioni.

Per quanto riguarda Technogym, Amadori e Orogel, sono già stati garantiti i pacchetti pubblicitari più pesanti – quelli da 100mila euro –, ma non è previsto in questa prima fase un ingresso diretto in Società. Di nuovo chi si è ostinato a far notare come le grandi aziende stessero snobbando il progetto RC Cesena è costretto a prendere atto della realtà.

Con Daniele Martini del Romagna Centro direttore generale, Pelliccioni direttore sportivo, Marco Valentini sarà segretario generale e Gianluca Campana – cercato anche dall’Imolese – responsabile della sicurezza. Non dovrebbero esserci ulteriori ingressi dello staff legato ad AC Cesena. Da sciogliere il nodo team manager: Fiorenzo Treossi è un califfo che non può non piacere, ma Pelliccioni potrebbe premere per Agostino Ripoli, con lui a Rimini.