Lo stadio è di nuovo nostro... assieme a 2 milioni

Tante novità rivelate dal CAP Patrignani, ieri sera ospite a Pianeta Bianconero. Un budget di tutto rispetto, un gioiello ritrovato e tante idee..
18.09.2018 08:00 di Marco Manuzzi  articolo letto 5287 volte
Fonte: Teleromagna
Il presidente Patrignani
Il presidente Patrignani

“Ci hanno dato le chiavi dello stadio”. È questa la prima news sganciata dal presidente Corrado Augusto CAP Patrignani durante la trasmissione Pianeta Bianconero condotta da Luca Alberto Montanari e in onda ogni lunedi sera dalle 21 su Teleromagna

In trasmissione era presente anche Roberto Ghetti di Axa Assicurazioni, consigliere della newco Cesena FC spa. Assieme al presidente e ad altri soci i due erano presenti domenica ad Avezzano, raccogliendo emozioni forti e i primi tre punti della stagione davanti ad oltre 500 bianconeri. Per loro e per tutti gli abbonati qualcosa di nuovo potrebbe bollire in pentola: “Assieme ai soci – spiega il presidente – stiamo pensando di organizzare un grande evento gratuito nelle giornate precedenti all'esordio all’Orogel Stadium in modo da presentare lo stadio, che ritengo al pari dei più rinomati impianti nazionali, ai nostri tifosi. Al momento si tratta di una idea ma ci piacerebbe davvero realizzarla”.

Importanti conferme anche sul piano economico-finanziario: “La società non ha un solo euro di esposizione bancaria. Stiamo facendo calcio con i soldi nostri, dei tifosi e degli sponsor. Vogliamo dimostrare che si può stare in questo mondo anche senza indebitarsi – precisa il CAP –. In questi 45 giorni abbiamo fatto tanto, passo dopo passo ci stiamo normalizzando e strutturando. Abbiamo fondato la società il 2 agosto senza sapere dove la prima squadra si sarebbe dovuta allenare. Oggi posso dire che il budget stagionale è di 2 milioni, che Villa Silvia e il Manuzzi sono nella nostra disponibilità e che il cavalluccio fa bella mostra sulle maglie. L’obiettivo rimane quello di coinvolgere 30 imprese, in questi giorni sono arrivati altri riscontri e sono fiduciosoD’altronde Cesena è la capitale romagnola del calcio”.