Il Cavalluccio è di nuovo NOSTRO

È fatta: il Cavalluccio è di nuovo a disposizione dei tifosi del Cesena e tornerà sulle maglie da subito. Da domani inoltre il Cesena potrà allenarsi a Villa Silvia
04.09.2018 12:25 di Gian Piero Travini  articolo letto 4412 volte
Eccolo: il Cavalluccio
Eccolo: il Cavalluccio

Bentornato Cavalluccio!

Il Sindaco Paolo Lucchi lo aveva promesso, azzardando, alla presentazione ufficiale del nuovo Cesena: prima dell’inizio del campionato il Cavalluccio sarebbe stato nuovamente a disposizione dei tifosi e del calcio bianconero nonostante il fallimento di AC Cesena spa.
E così è: l’Amministrazione cittadina ha ottenuto dal curatore fallimentare Morelli l’utilizzo del Cavalluccio per la stagione 2018-19.

Il Cavalluccio tornerà a sguazzare sulle maglie del nostro Cesena già dalla prima di campionato: un successo per la Città, per i tifosi che ci hanno sempre creduto e non si sono lasciati abbattere dalle incompetenze altrui. Ora dovrà essere deciso dove apporlo: le vecchie divise con il simbolo temporaneo diventeranno quasi certamente oggetto di culto e omaggio societario.
Il curatore fallimentare Morelli dovrà poi valutare se consegnare definitivamente il Cavalluccio alla Città prima dell’asta fallimentare che verrà bandita a dicembre: in realtà gli estremi legali per cui si possa risolvere prima la vicenda ci sono e Palazzo Albornoz da due settimane sta cercando di venirne a capo, ma servirà ancora del tempo.

“Ci siamo impegnati sin dall’inizio per raggiungere questo obiettivo – hanno ricordato il Sindaco Paolo Lucchi, il Vicesindaco Carlo Battistini e l’Assessore allo Sport Christian Castorri –. Dopo aver scongiurato, grazie alla disponibilità del nuovo Cesena, delle imprese e dei partner ad esse collegati, il rischio di perdere, anche solo per una stagione, quella tradizione calcistica che ha saputo portare la nostra città ai massimi livelli, eravamo consapevoli della necessità di impegnarci per recuperarne anche i simboli, considerandoli patrimonio comune dell’intera città, espressione dell’identità e della più autentica passione sportiva dei cesenati. Ci siamo riusciti, ne siamo molto soddisfatti, perché non si tratta solo di un risultato simbolico, ma di un esito tangibile: il ritorno del cavalluccio sulle maglie della ‘nostra’ squadra sarà la migliore testimonianza di come si sia ripartiti a tutti gli effetti. La storia bellissima del calcio a Cesena prosegue e ci sono  le prospettive perché si rafforzi nei prossimi anni”.

Il Cesena questa mattina ha anche sottoscritto con Cesena FC la concessione per l’utilizzo di Villa Silvia che tornerà disponibile da domani.
“Sappiamo il valore affettivo che il cavalluccio ha per la nostra tifoseria e siamo orgogliosi di poterlo sfoggiare sulle nostre maglie – ha dichiarato il presidente bianconero Patrignani –. Un ringraziamento sincero e dovuto va al Sindaco Lucchi, al vice Sindaco Battistini e all’Assessore allo Sport Castorri, per l’impegno con cui si sono prodigati in prima persona per ottenere dal curatore fallimentare l’utilizzo, seppur temporaneo, di questo simbolo che rappresenta una città, prima ancora che la sua squadra di calcio”.