Congiunzioni avversative

17.12.2018 06:00 di Stefano Severi  articolo letto 2726 volte
Congiunzioni avversative

1. Facciamo un gioco: impariamo a usare le congiunzioni avversative, ovvero congiunzioni che legano due proposizioni (o due parole) che in qualche modo contrastano. Vediamo un po’ di esempi.

2. Siamo primi in classifica ma giochiamo male. In questo caso il ‘ma’ esprime l’insostenibile leggerezza del giocare male pur occupando la vetta del girone.

3. Siamo primi in classifica però soffriamo sempre. Notare come il ‘però’ accentui il dramma della sofferenza legato ad una posizione, quella di primi della classe, solitamente idealizzata come una giornata tipo di Dan Bilzerian.

4. Siamo primi in classifica eppure in difesa balliamo troppo. ‘Eppure’ ci prepara allo stupore del non disporre di pilastri difensivi come Turati o Cortellini a dispetto del ruolo di fuggitivi del girone F.

5. Siamo primi in classifica tuttavia Angelini non riesce a dare un’idea di gioco a questa squadra. Provo ammirazione per chiunque riesca a infilare il ‘tuttavia’ in una frase di senso compiuto, un po’ come per chi completa quattro linee contemporaneamente a Tetris con il pezzo lungo. Questa congiunzione è tipica delle persone colte, che la sanno lunga sull’idea di gioco che dovrebbe avere il Cesena.

6. Non è vero che per essere primi sia necessario giocare bene, anzi il Cesena gioca proprio male. Che è un po’ come dire: non è vero che per divertirsi tra amici occorra guardare tutti i filmati di Valentina Nappi, anzi a volte le partite delle squadre di Massimo Drago sono anche più eccitanti. Peccato che da un po’ di anni ci si debba accontentare solo di repliche, perché di materiale nuovo non ne viene più prodotto.

7. Il primo posto non rappresenta la meta bensì il cammino. ‘Bensì’ in questo caso è tra Russia e Lapponia a cacciare, non credo gli importi molto di questa spiegazione.

8. Sia chiaro: a nessuno piace soffrire come ieri a Castelfidardo e a nessuno piace incollarsi alla pagina Facebook del Matelica per controllare i risultati in tempo reale di una squadra che fino ad un anno fa non sapeva nemmeno dove giocasse.  Però questa è semplicemente la realtà odierna.

9. Gioca male il Cesena? Possibile, anzi probabile. Però sembra che questo basti per essere là davanti: ce ne dovremmo vergognare? La difesa fa acqua da tutte le parti? Verosimile, però è la migliore del girone, e qualcosa vorrà pur dire.

10. Io a ogni nuova partita del Cesena sono felice perché so che la mia squadra sta giocando, indipendentemente dalla categoria, senza la vecchia dirigenza: si tratta di un elemento che in troppi non apprezzano adeguatamente o danno per scontato. Da ieri siamo anche primi in classifica: le congiunzioni avversative magari preferirei usarle in altri momenti.