Gagliardini: tutto iniziò con gli urli di Bisoli e gli scherzi in bianconero

 di Redazione Tuttocesena  articolo letto 2409 volte
Fonte: La Gazzetta dello Sport
Gagliardini: tutto iniziò con gli urli di Bisoli e gli scherzi in bianconero

La Gazzetta dello Sport di oggi traccia un profilo del percorso di crescita di Roberto Gagliardini, ora in procinto di passare all'Inter, che proprio nel Cesena di Bisoli iniziò a diventare un calciatore. "Timido, un po’ impacciato, ma con grandi mezzi fisici e tecnici. - lo descrive la rosea ritornando alla parentesi in Romagna - Passò nel giro di sei mesi dal fare il compitino al fare il calciatore. Le sessioni supplementari di tattica e tecnica lo hanno rafforzato, strutturato e indirizzato. Anche gli scherzi dello spogliatoio lo hanno fatto crescere sentendosi parte del gruppo. Uno dei più «apprezzati» era la «sagoma della vergogna» che consisteva nel vestire uno di quei manichini usati per allenarsi con le punizioni con gli abiti del peggio vestito della giornata, piazzandolo al centro del campo. Bisoli lo ha martellato. È stata la sua fortuna, nonostante all’inizio soffrisse questa situazione".