LA LAVAGNA - Un punto che non cambia la classifica

15.04.2018 13:00 di Bruno Rosati  articolo letto 1169 volte
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
LA LAVAGNA - Un punto che non cambia la classifica

L’1-1 allo stadio Arechi di Salerno è il terzo pareggio consecutivo che il Cesena realizza sul campo della squadra campana. Anche le due precedenti sfide erano terminate con una rete per parte. Un campo indubbiamente ostico, sul quale i due Cavallucci sembrano però aver instaurato la tradizione di dividersi la posta in palio.

La nuova disposizione offensiva con tre attaccanti sembra aver dato un po’ di verve a tutta la squadra e Moncini si dimostra un ottimo interprete del ruolo di punta unica. Anche Dalmonte sembra aver ritrovato la miglior condizione e ciò è fondamentale nella rincorsa alla salvezza. Il pareggio è un risultato tutto sommato giusto. Aver subito gol solo su palla inattiva, da uno specialista come Rosina è sicuramente un segno incoraggiante, sperando che nel rush finale si acquisisca maggiore solidità.

Sono sicuramente da tenere in conto le tante defezioni in difesa, da Perticone e Suagher squalificati ad Esposito ancora non al meglio. Le occasioni lasciate ai padroni di casa sono comunque troppe e, se il gol subito alla fine è soltanto uno, è più un demerito degli attaccanti granata che un merito della retroguardia bianconera.

In virtù dei tantissimi pareggi fioccati anche sui campi delle dirette concorrenti, a livello di classifica questa partita dice poco. Chi si rilancia fortemente nella corsa alla permanenza in cadetteria è la Ternana, alla sua seconda vittoria consecutiva, sul campo del Novara. Ciò non può che aumentare il rimpianto della sconfitta del Cesena arrivata in Piemonte. Il Novara si rivela squadra tutt’altro che imbattibile ed ora è avanti di un punto solo ai romagnoli. In generale, in questo turno si prende tempo sugli inseguitori (che avranno una giornata a disposizione in meno per mangiar punti) ma si perde un’occasione per agguantare chi è poco più avanti e ormai da mesi si trova in difficoltà enorme (ad esempio il già citato Novara ed il Pescara).

Contro l’Empoli, il Cesena è chiamato alla prova dei fatti: i toscani hanno sfruttato il turno per seminare ulteriormente le pretendenti al secondo posto e nel turno infrasettimanale potrebbe fare un massiccio turn over. Se ci si vuol salvare, sarà fondamentale fare risultato anche contro squadre che lottano per tutt’un’altra classifica.