LA LAVAGNA | Tra Sarzana e Sanremo

 di Bruno Rosati  articolo letto 1306 volte
Kupisz, quarta rete per lui
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
Kupisz, quarta rete per lui

Sarebbe bello se questo campionato di serie B si giocasse tutto tra Sarzana e Sanremo. Il Cesena torna alla vittoria, dopo un digiuno di un mese e qualche giorno, ancora una volta contro una squadra ligure. Dopo lo Spezia, la Virtus Entella. 10 punti totalizzati su 12 nei quattro confronti con queste due squadre. Aggiungiamoci pure la sconfitta maturata contro il Genoa ad agosto, arrivata solo nei tempi supplementari. Il Cavalluccio aveva proprio bisogno di questo candelotto di zolfo per trovare sollievo dal torcicollo da classifica che continua ad affliggerlo.

Il vantaggio arriva subito nei primi minuti, quando Kupisz, colpevolmente lasciato solo, è bravo ad infilare il pallone in rete. Nel primo quarto d’ora si vedono sprazzi di calcio totale, dove i giocatori continuano a scambiarsi di posizione per non dare riferimenti: nello specifico, sulla fascia sinistra ci vanno prima Laribi, poi Dalmonte ed infine addirittura Moncini. Al 18’ si va già sul 2-0 con il bel tiro di Schiavone, dovuto ad una brutta palla persa da Troiano nella propria trequarti. Di lì in avanti ci sono altre diverse occasioni per segnare ancora con Moncini (che manda a lato di poco) e nuovamente Schiavone (conclusione troppo centrale e respinta da Iacobucci). Fino a qui, nulla di poi così nuovo.

Anche contro la Pro Vercelli si era andati negli spogliatoi avanti di due reti, grazie all’immobilismo totale dei piemontesi. Poi quella partita si è chiusa sul 2-2. Nelle 4 partite precedenti, la Virtus Entella aveva battuto Cremonese e Parma, pareggiato per 0-0 nel recupero contro il Brescia e perso solo contro il Palermo, secondo in classifica. Non è che fosse un andamento particolarmente negativo. Perché avrebbe dovuto lasciare il palcoscenico al Cesena anche nel secondo tempo?

Questo non ci sarà mai dato saperlo, sta di fatto che la squadra di Chiavari pure nella ripresa non si è fatta vedere. Dopo nemmeno 5 minuti Dalmonte ha messo a segno il 3 a 0 e la partita non ha più avuto molto da dire. La reazione degli ospiti si è esaurita nell’arco di 6 minuti, fra il 65’ ed il 71’ con i tiri di De Luca e Di Paola che non sorprendono Fulignati.

In quest’anno solare, è la seconda vittoria conseguita al Manuzzi ed è la seconda disputa terminata senza reti subite. Un toccasana che ci voleva come non mai. Il tutto però fa testo fino ad un certo punto dato che, a rigor di logica, si è portati a pensare che i prossimi avversari del Cesena non saranno altrettanto pressapochisti e arrendevoli, rinunciatari sia nell’attaccare che nel difendere.