Serie D: gironi ancora nel caos

Il Cesena verso un settembre con una sola gara in campo neutro, ma ancora non si sanno i gironi. Il rischio è di finire con Modena e Reggiana. Sorpasso di Mizuno su Erreà per la divisa ufficiale
01.08.2018 18:15 di Gian Piero Travini  articolo letto 5103 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Serie D: gironi ancora nel caos

Mentre la serie B tenta di bloccare i ripescaggi per un campionato a 20 squadre e slitta l’avvio del campionato di Serie C con possibilità di due gironi a 18 e uno a 20, anche la serie D rimane alla porta, aspettando l’evoluzione di tutte le situazioni sportive in bilico, come ad esempio quella della Reggiana.

Non ci sono dati certi sulla costituzione dei gironi e sull’uscita del calendario Dilettanti, anche se le date sembrano essere rispettivamente 8-9 agosto e 13-14 agosto. Visto il perdurare di situazioni ancora da chiarire, inizia anche a far paura la possibilità di un girone emiliano allargato anche alla Romagna, comprendendo quindi il nuovo Cesena e il San Marino in ‘salsa’ Del Duca Ribelle. Nulla è scontato in questo momento.

Per quanto riguarda il nuovo Cesena, sembra abbastanza certo dopo l’incontro di oggi pomeriggio tra i vertici bianconeri e la LND che si vada verso un settembre ‘clemente’ per quanto riguarda il campo di gioco: una sola gara interna – al Morgagni di Forlì – e tre turni in esterna consecutivi, per arrivare fino ad ottobre. Fonti vicine alla LND danno la situazione per certa.
Per quanto riguarda la divisa di gara, con la Sammaurese il Cesena ha sfoggiato un bianconero tradizionale Shukyu Mizuno, ovvero il set base della marca giapponese: “shukyu” è la traduzione di “football”. Sembra che proprio il brand nipponico abbia scavalcato Erreà per fornire le maglie ufficiali alla squadra cesenate, ma non ci sono ancora decisioni ufficiali.

Intanto il Modena ha ufficializzato il secondo sponsor sulla maglia – Sau affiancherà Giacobazzi Vini – e la Reggiana si avvicina sempre di più all’iscrizione nei Dilettanti, con la costituzione della Reggio Audace FC che segna l’intesa tra il commercialista Corrado Baldini e la cordata ciociara di Marco Arturo Romano.