Sangiustese-Cesena 2-2 | Cesena indifendibile (cioè senza difesa)

06.10.2018 14:42 di Redazione TUTTOCesena  articolo letto 9561 volte
Sangiustese-Cesena 2-2 | Cesena indifendibile (cioè senza difesa)

SANGIUSTESE: Chiodini, Marfella, Santagata, Perfetti, Patrizi, Moracci (26' st Pluchino), Pezzotti (18' st Herrea), Scognamilgio, Cheddira (33' st Laringe), Camillucci, Argento (8' st Tizi). A disp.: Carnevali, Armellini, Calamita, Shiba, Buaka. All.: Senigalesi.

CESENA (4-2-3-1): Sarini; Zamagni, Ciofi (28' st Cola), Stikas, Valeri; Gori (26' st Tola), De Feudis (41' st Bisoli); Campagna, Tortori (38' st Capellini)., Alessandro (28' st Andreoli); Ricciardo. A disp.: West, Poggi, Pastorelli, Casadei. All.: Angelini.

ARBITRO: Costanza di Agrigento.

RETI: 4' pt Scognamiglio, 18' pt Ricciardo, 43' pt Valeri, 40' st Herrera.

AMMONITI: Pluchino, Scognamiglio. 

Da qui a fine campionato il compito di Angelini è chiarissimo: il tecnico del Cesena dovrà lavorare sulla condizione fisica e, insieme al collaboratore tecnico Davor Jozic, sulla gestione della fase difensiva. Il Cesena in qualche modo chiude il primo tempo in vantaggio di una rete dopo aver ribaltato lo svantaggio iniziale (clamoroso regalo della difesa bianconera). Sfiora il tris (annullato per fuorigioco impossibile da verificare con l'unica telecamera a dispozione) e lentamente finisce la benzina. Iniziano i crampi per tantissimi giocatori e mentre la Sangiustese con le cinque sostituzioni torna a spingere tantissimo, il Cesena si abbassa e si chiude in arrocco. Quando mancano appena cinque minuti al 90' ecco che un tiro da 40 metri di Perfetti si stampa sulla traversa e si trasforma in terrore puro per i difensori bianconeri. La sfera scotta, manca l'esperienza e soprattutto la guida per gestire una situazione non semplice ma nemmeno impossibile e il neo entrato Herrera conquista il rimbalzo e mette in rete. Gol da polli, come tutti e 4 quelli fin qui presi dal Cesena. Da Avezzano ad oggi passando per Matelica i gol subiti dal Cesena sono sempre frutto di elementari errori della retroguardia: a questo punto non è più un caso ed è urgente iniziare a lavorare su questo aspetto con più continuità. Appuntamento tra 8 giorni per la prima stagionale al Dino Manuzzi Orogel Stadium: gli ultras sono al lavoro per una speciale coreografia.

50' st finisce qui, pareggio tra Sangiustese e Cesena.

50' st entriamo nell'ultimo minuto, Tola prova la conclusione ma è debole.

49' st punizione in difesa per la Sangiustese.

47' st  doppio rimpallo in area rossoblu ma nulla di fatto.

47' st angolo per il Cesena: attenzione, in questi frangenti le partite si perdono anche.

45' st ci saranno cinque minuti di recupero, cinque minuti di sofferenza per il Cesena e di speranza per la Sangiustese.

42' st il Cesena è nettamente alle corde, la Sangiustese con i cambi ha preso vigore mentre il Cesena atleticamente è a terra. Ora bisogna resistere tre minuti più recupero.

41' st esce De Feudis in preda ai crampi ormai da parecchi minuti, entra Bisoli.

40' st GOL SANGIUSTESE prima traversa da 40 metri di Perfetti, la palla rimbalza in area e la prende Herrera che beffa tutti i difensori e batte sarini.

39' st anche Ricciardo difende, è assedio Sangiustese. 

38' st ancora una volta De Feudis salva di testa, deviando in angolo, una situazione delicatissima per il Cesena.

36' st De Feudis si immola sugli sviluppi della punizione e salva il risultato da terra.

35' st errore di Valeri che dal vertice destro dell'area di rigore atterra un avversario e regala una punizione alla Sangiustese da posizione invitante.

34' st Andreoli serve sul lato destro Capellini il cui tocco si spegne sulla rete laterale della porta della Sangiustese.

33' st fuori Cheddira, dentro Laringe, fuori Tortori e dentro Capellini per il Cesena.

31' st Andreoli serve Tortori che trova la porta ma non imprime potenza e Chiodini smorza senza particolari problemi.

30' st a causa dell'infortunio di Ciofi, classe 1999, Angelini ha dovuto inserire un altro pari età, disponibile però in altro ruolo (Andreoli), però sacrificando Alessandro.

28' st doppio cambio per il Cesena: Ciofi è ancora out e quindi Andreoli entra per rispettare i limiti di età. Esce anche Alessandro per Cola.

26' st Moracci per Pluchino per la Sangiustese, dentro Tola per Gori per il Cesena.

25' st intanto crampi per Ciofi. 

23' st ora sarebbe la Sangiustese a dover fare la partita ma i padroni di casa non hanno fretta e puntano molto sui lanci a Cheddira, vera e propria spina nel fianco della retroguardia bianconera.

20' st la partita ora si fa più frammentaria, con la Sangiustese che non disdegna qualche bel pestone per fermare le trame bianconere. Ci prova De Feudis ma Ricciardo non coglie il suggerimento.

12' st Cesena nuovamente in sofferenza dopo il guizzo iniziale del gol annullato. L'errore di Sarini ha rianimato i rossoblu di casa.

11' st esce Pezzotti, dentro Herrera.

10' st questa volta Sarini la commette grossa, servendo su punizione Cheddira che per fortuna non ha la mira giusta e spreca una clamorosa occasione.

8' st primo cambio per i locali: Tizi per Argenti.

4' st annullato il 3-1 a Cesena al Cesena, un grandissimo stacco di Ricciardo che di testa aveva nuovamente beffato Chiodini. Impossibile stabilire dai replay se la posizione del centravanti bianconero fosse in posizione regolare o meno.

1' st inizia in questo il secondo tempo e non ci sono sostituzioni.

Il Cesena un po' a sorpresa si ritrova avanti a fine primo tempo dopo un avvio difficilissimo e dopo una serie di errori in difesa da libro degli orrori. Ma dalla cintola in su il talento della squadra di Angelini è innegabile ed ecco che i bianconeri, non senza un po' di fortuna, hanno ribaltato per il momento una gara ricchissima di problemi. Parte subito male il Cesena che concede il solito contropiede da calcio d'angolo: come se non fosse sufficiente questo spauracchio arriva il gol locale su colossale dormita di Stikas su tiro dalla bandierina della Sangiustese. Il Cesena dietro balla come non mai e in avanti si ostina a passare dalle fasce: è Valeri l'uomo partita che la mette in mezzo per la torre vincente di Ricciardo. Poi Stikas colpisce il palo e la Sangiustese sfiora l'autogol prima di tornare in cattedra: il Cesena (e soprattutto Ciofi) è in vena di regali. Ci pensa un super Sarini a parare il rigore (netto) di Pezzotti e ad uscire in scivolata su Cheddira. Poi, a pochi minuti dal tè dell'intervallo, la magistrale punizione da 30 metri di Valeri che porta, un po' a sorpresa, avanti gli ospiti. Bene il risultato, bene la manovra in fase offensiva ma la difesa è tutta, e ripetiamo tutta, da rivedere.

46' pt finisce qui il primo tempo, Cesena avanti 2-1.

43' pt punizione da oltre 30 metri per il Cesena, Valeri si incarica della battuta e trova un missile che aggira la barriera e si infila a fil di palo: capolavoro da parte del talento bianconero, Cesena che ora è avanti.

43' pt EUROGOL VALERI! RADDOPPIO CESENA!

40' pt il Cesena sembra la Sammaurese di domenica: incredibile palla regalata a Cheddira (ancora Ciofi) solissimo davanti a Sarini che in uscita disperata al di fuori dell'area di rigore salva tutto in scivolata.

37' pt Alessandro spara sulla barriera, nulla di fatto.

36' pt interessante punizione per il Cesena che ne approfitta per rifiatare ed interrompere il forcing dei locali.

33' pt ancora Sangiustese pericolosa, ci pensa Zamagni a sbrogliare una situazione particolarmente delicata davanti a Sarini.

29' pt Pezzotti sbaglia dal limite dell'area un'altra buona occasione per la Sangiustese che dopo il rigore ha ripreso a spingere con una certa insistenza.

28' pt SARINI PARA IL RIGORE A PEZZOTTI!

27' pt rigore per la Sangiustese, Ciofi atterra Cheddira in maniera netta per quanto goffa.

25' pt palo del Cesena con l'inzuccata di Stikas, la palla ritorna sui piedi di Cheddira che per poco non fa autogol: salva Chiodni.

24' pt buon inserimento di Alessandro in area avversaria ma l'occasione sfuma per eccesso di altruismo.

20' pt gran botta al volo di Cheddira da 20 metri e Sarini si stende in angolo: grande parata e angolo rossoblu.

18' pt l'avevamo chiamato il primo tiro in porta ed è arrivato: cross di Valeri dalla sinistra, Ricciardo si inserisce in mezzo all'area, resiste ad una trattenuta e svetta più in alto di tutti colpendo di testa e battendo Chiodini.

18' pt GOL CESENA, RICCIARDO!

17' pt si attende il primo tiro in porta di giornata da parte del Cesena: al momento il tabellino è desolatamente vuoto.

15' pt Sangiustese vicina al raddoppio: Perfetti mette nel mezzo per Argento che quasi indisturbato manca la porta difesa da Sarini: ennesimo brivido per i ragazzi di Angelini.

13' pt il Cesena oggi evidentemente ha deciso di battere gli angoli con schemi degni della Longobarda. Palla inevitabilmente persa.

12' pt schema lentissimo del Cesena che prova a pescare Stikas su calcio piazzato ma è tutto troppo prevedibile. Ci prova anche Alessandro, sarà angolo.

10' pt è un Cesena senza idee che non sa come aggredire l'avversario che pratica un insistente possesso palla. È iniziata davvero male la gara per i romagnoli.

4'  pt pessimo avvio di gara del Cesena che si fa prima sorprendere in contropiede su calcio d'angolo, poi si salva in corner e subisce un'incredibile rete proprio dalla bandierina. Gol davvero dilettantesco.

4' pt GOL SANGIUSTESE su calcio d'angolo: Scognamiglio sul secondo palo è solissimo e di testa appoggia facilmente in rete.

3' pt angolo del Cesena e contropiede Sangiustese: Zamagni in scivolata salva su Cheddira lanciato a rete. Brivido per i padroni di casa.

1' st partiti in questo momento, primo tocco bianconero.

"Il tuo ricordo resterà sempre vivo, ciao Checco" questo lo striscione dedicato allo sfortunato tifoso bianconero deceduto nei giorni scorsi a causa di un incidente in moto.

Le squadre effettuano in questo istante l'ingresso in campo. Terreno bagnato (ma sintetico). Cesena in completo bianco maglia-pantaloncini.

Buon pomeriggio dallo stadio Villa San Filippo di Monte San Giusto dove tra pochi minuti inizierà l'anticipo del girone F di Serie D tra Sangiustese e Cesena. La scelta del sabato si è resa necessaria per evitare la sovrapposizione con il giorno di maggiore affluenza di un festival di clownterapia che in questo periodo dell'anno anima Monte San Giusto. Si parte subito con una brutta tegola per il Cesena: Davide Biondini è costretto ad accomodarsi in tribuna a causa di una botta in allenamento rimediata in settimana. Angelini lo ha voluto convocare ugualmente data l'importanza che ha il rosso di Montiano in questo gruppo ma già durante la rifinitura pre gara è apparso chiaro come le possibilità di giocare per lui oggi fossero praticamente nulle. Cesena chiamato ad affrontare una delle vere sorprese di questo inizio di campionato e soprattutto a far dimenticare il passo falso dell'ultima trasferta: servirà la stessa squadra (e lo stesso spirito) mostrato al Morgagni nelle prime due uscite stagionali.