Matelica-Cesena 1-0 I Heavy Matel

La diretta testuale del nostro amato Cavalluccio.
26.09.2018 14:32 di Redazione TUTTOCesena  articolo letto 13334 volte
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
Matelica-Cesena 1-0 I Heavy Matel

CESENA (4-2-3-1) Sarini; Ciofi, Cola, Stikas, Valeri; Biondini, De Feudis; Campagna (9' Poggi), Alessandro, Tortori (31' st Capellini); Ricciardo (21' st Tola). A disp: West, Zamagni, Andreoli, Gori, Pastorelli, Casadei: All. Angelini

MATELICA (4-2-3-1) Avella; Arapi, Riccio, De Santis, De Marco (28' st Pignat); Benedetti, Bugaro (19' st Franchi); Favo, Fioretti (12' st Melandri), Margarita (38' st Dorato); Bittaye (45' Visconti). A disp: Luglio, Cuccato, De Luca, Santeramo, Angelilli, Boubacar.  All: Tiozzo. 

ARBITRO: Luca Zucchetti di Foligno. Assistenti: Cravotta di Città di Castello e Toce di Firenze.

NOTE: ammoniti Cola (C), De Marco (M), Tortori (C), Ricciardo (C), De Feudis (C)

RETE: Franchi (M) al 50' st

Beffati all’ultimo secondo su un capovolgimento di fronte che non si dovrebbe vedere neanche in questa categoria, tra i dilettanti. Al limite in un incontro fra scapoli e ammogliati. Finisce così la trasferta di Matelica per il Cesena. Nel peggiore dei modi. Con una sconfitta che appare una punizione eccessiva. Pesante. Il pari probabilmente sarebbe stato più giusto: vero che il Cavalluccio non ha praticamente mai tirato in porta ma i marchigiani hanno fatto poco di più pur lasciando intravedere una buona personalità, qualche trama di gioco e discrete individualità. Un ko che deve servire come bagno di umiltà dopo i sei punti in avvio di campionato: i bianconeri devono ancora prendere le misure con la Serie D e qualche incidente di percorso ci sta. Spiace solo la modalità con cui si è arrivati a questo risultato: quei palloni andrebbero gestiti molto meglio, lo insegnano già nelle scuole calcio.

51' st Non c'è tempo per recuperare. La partita finisce qui. Matelica-Cesena 1-0

Il gol. Pazzesco. Tutti in avanti per la punizione di Biondini, respinta della difesa, Franchi si fa tutto il campo da solo e col più classico dei contropiedi va a depositare la palla in gol all'ultimo secondo. La sua puntata, solo davanti a Sarini, vale la vittoria. Chi ha sbagliato? La leggerezza è stata collettiva ma probabilmente i maggiori responsabili sono stati Poggi e anche il portiere bianconero non ha avuto il tempismo necessario per chiudere lo specchio all'attaccante avversario.

50' st GOL! Franchi. Matelica-Cesena 1-0

50' st Punizione per il Cesena dalla trequarti. Tutti in avanti per l'ultima occasione. 

49' st Non è esattamente un finale arrembante...

47' st Avella anticipa Capellini. Nell'azione seguente Valeri spreca un cross che finisce sul fondo. 

45' st Ci saranno cinque minuti di recupero. 

44' st Punizione del Cesena sulla trequarti. Intanto il Matelica mette Visconti per Bittaye. 

43' st Un rimpallo favorisce Bittaye ma Sarini esce e sbroglia la situazione. 

41' st Errore di Biondini in difesa ma risolve ancora una volta De Feudis. 

40' st Spettacolo mediocre a Matelica. C'è poco da raccontare. 

38' st Poche idee in campo in questo momento. Il momento più entusiasmante è un altro cambio: Dorato per Margarita nel Matelica.

34' st Partita addormentata a centrocampo.

33' st Stikas ferma con autorevolezza il sempre pericoloso Margarita. 

31' st Capellini entra al posto di Tortori. 

30' st Le squadre raccolgono le idee per il gran finale. 

29' st Capellini pronto ad entrare.

28' st Nuovo cambio: Pignat per De Marco tra i biancorossi. 

27' st Bello scambio Tortori-Alessandro ma c'è fuorigioco. 

26' st Primo tiro in porta del Cesena. E' un innocuo diagonale di Alessandro su un contropiede (pasticciato). 

24' st Sarini anticipa Franchi in uscita bassa poi sbaglia clamorosamente il rinvio con le mani. L'azione si genera un angolo per il Matelica.

22' st Mischia in area del Cesena da angolo. Rimessa dal fondo. 

21' st Tola per Ricciardo nel Cesena. 

20' st Giallo per De Feudis per fallo di ostruzione. 

19' st Franchi per Bugaro nel Matelica. 

16' st Bittaye dalla distanza. Presa comoda per Sarini. 

15' st La palla finisce sulla barriera, davvero troppo vicina. 

14' st Alessandro la mette in mezzo, la sfiorano un po' tutti ma non succede niente. Sull'azione seguente Alessandro viene travolto. Ancora punizione per il Cesena ma manca il giallo. 

13' st Alessandro va giù. Punizione al limite dell'area, da posizione laterale. 

12' st Nel Matelica entra il ravennate Melandri al posto di Fioretti.

11' st Gomitata di De Santis a Ricciardo. L'arbitro non vede niente. 

10' st De Feudis ruba l'ennesimo pallone della partita al limite della propria area di rigore. Solo applausi per il capitano. 

9' st Primo cambio per i bianconeri. Poggi rileva Campagna. 

7' st Si insiste sulla sinistra, dove Valeri viene pescato in fuorigioco. Forse il Cesena ha trovato la chiave per le sue incursioni. 

6' st Altro errore di Valeri, ben innescato da De Feudis, in contropiede. Poi Alessandro viene fermato in area. Timidi segnali bianconeri. 

5' st Ricciardo per Valeri che tenta la sortita sulla fascia sinistra ma il suo tocco è sbagliato. Un po' in ombra questo ragazzo oggi. 

4' st Scontro aereo a centrocampo. Punito proprio Ricciardo che allarga il braccio. Giallo per l'attaccante bianconero. 

2' st Ricciardo ha qualcosa da dire agli avversari e all'arbitro. 

1' st Angolo per il Cesena. Battuto, il Cavalluccio conquista un altro corner ma l'arbitro segnala fallo dal fondo. 

1’ st Si riparte. Nessuna novità per le due squadre. Matelica-Cesena 0-0

Il primo tempo di Matelica conferma che i marchigiani, nonostante la rivoluzione estiva con una caterva di acquisiti e cessioni, sono una squadra temibile. Non certo l’Olympia Agnonese vista domenica. E il Cesena fatica a trovare la porta e a rendersi pericoloso. Prevale soprattutto un gran gioco tattico a centrocampo con un migliore fraseggio dei padroni di casa. Quando il Cavalluccio prova a pungere, gli attaccanti cercano un po’ troppo il passaggio (anche in area) quando invece varrebbe la pena di concludere a rete. Per contro, sulle ripartenze del Matelica i bianconeri qualche volta sono un po’ in affanno e sembrano avere un passo in meno rispetto agli avversari, essere meno organizzati. Di fatto nei primi 45 minuti le uniche due (mezze) occasioni ce l’hanno avute proprio i biancorossi: un colpo di testa di Fioretti che ha strisciato il pallone in mezzo all’area e una carambola su punizione che per poco non ha beffato Sarini. Cosa manca al Cesena? Qualche buona idea a centrocampo e un po' di coraggio là davanti. 

48' pt Il primo tempo finisce qui. Matelica-Cesena 0-0

47' pt Il Matelica prova a chiudere in avanti. 

45' pt Sulla punizione di De Feudis, Tortori prova la rovesciata ma colpisce benedetti in faccia. Giallo anche per l'attaccante bianconero. 

45' pt Stavolta il giallo è per De Marco che trattiene vistosamente Alessandro sulla trequarti. 

42'pt  De Feudis invece viene graziato dall'arbitro che gli fischia il fallo ma gli risparmia l'ammonizione. 

41' pt La conclusione dello stesso Margarita si infrange sulla barriera. 

39' pt De Feudis, Ricciardo e Valeri cercano di portare scompiglio in area marchigiana ma sul contropiede seguente Cola è costretto a mettere giù Margarita. Giallo sacrosanto per lui.

36' pt Punizione per il Cavalluccio. Sinistro di Valeri che sbatte sulla testa dell'arbitro. Sull'azione successiva c'è un angolo per il Cesena. Che viene battuto malissimo: palla regalata agli avversari. 

34' pt Valeri mette un'ottima palla in area, dall'altro lato Campagna cerca una difficile e coraggiosa conclusione al volo ma sbaglia tutto. 

32' pt Magia di Alessandro sulla destra ma il suo filtrante in area viene intercettato dalla difesa marchigiana. 

29' pt Gli uomini di Angelini macinano poco gioco e si affidano ai rilanci o a qualche giocata singola. 

27' pt Tortori innesca Alessandro per un pericoloso contropiede. Risolve Benedetti in extremis. Il Cesena comincia a svegliarsi. 

25' pt Alessandro per Tortori che dribbla un avversario in piena area di rigore ma poi viene fermato da un altro. 

23' pt Non si chiude il triangolo Alessandro-Tortori. Primi segnali di vivacità in attacco da parte del Cesena. 

21' pt Pericolo! Sinistro di Bugaro che va a stamparsi su De Santis. La carambola per poco non beffa Sarini. Sulla ripartenza gomitata di Fioretti ai danni di Stikas. 

20' pt Stikas stende Margarita al limite (ma l'attaccante aveva controllato con un braccio). Punizione da posizione molto favorevole. Tensione in barriera. Tutto fermo. L'arbitro prende di nuovo la distanza. 

19' pt I bianconeri provano ad alzare il baricentro e pressa alto. 

17' pt Gioco molto spezzettato, frutto di numerosi errori da una parte e dell'altra. 

16' pt Ricciardo ruba un bel pallone in attacco ma l'intesa tra Alessandro e Tortori è da rivedere. 

14' pt Il Cesena giochicchia nella propria metà campo e non trova sbocchi. 

13' pt Sul tiro dalla bandierina c'è fallo in attacco su Ciofi. 

12' pt Valeri regala un angolo con un tocco ingenuo. 

11' pt Alessandro stavolta viene messo giù al limite. L'arbitro non fischia e il Matelica è ancora lesto a ripartire. 

9' pt Giro palla dei marchigiani. Sul traversone Fioretti sfiora di testa. Difesa del Cavalluccio sorpresa. Primo vero pericolo della partita. 

8' pt Alessandro giù in area. Timide proteste del Cesena. Sul rovesciamento di fronte De Feudis ricorre alle maniere forti per fermare i padroni di casa. 

7' pt Cavalluccio prudente, a fare la partita sono i biancorossi. 

5'pt Gli uomini del Matelica si trovano piuttosto bene e azzardano fraseggi elaborati. 

4' pt Ricciardo pescato in fuorigioco su lancio di Biondini. 

2' pt Rimpallo in area del Cesena. Piccolo brivido per i bianconeri. 

2' pt De Feudis cerca lo schema con Valeri  a sinistra, una soluzione che domenica ha funzionato molto bene.

1' pt Il Matelica parte subito forte e aggredisce il Cesena con un paio di cross preda di Sarini. 

1’ pt Partiti. Calcio d’inizio per i bianconeri. Matelica-Cesena 0-0

Buon pomeriggio e benvenuti alla diretta testuale di Matelica-Cesena, partita valevole per la terza giornata del girone F della Serie D. Trasferta insidiosa per il Cavalluccio: i marchigiani infatti vengono da un’annata positiva e sono considerati tra i rivali più pericolosi per la promozione. In ogni caso i bianconeri guardano tutti dall’alto (assieme a Sangiustese e San Nicolò) in virtù dei sei punti conquistati in due incontri mentre i maceratesi fino ad ora hanno raccolto una vittoria e una sconfitta e, quindi, sono a tre lunghezze.

Il Cesena, che si presenta senza tifosi al seguito per un’opinabile decisione dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, si affida in gran parte agli uomini che domenica scorsa hanno battuto l’Olympia Agnonese al “Morgagni”. Unica novità Cola al posto di Zamagni in difesa. Ciofi quindi rispetto all'ultimo match passerà a destra. Confermatissimo l’attacco che contro i molisani ha fatto vedere buone cose. Al centro inamovibili i due senatori De Feudis e Biondini. Ko invece Zammarchi e Benassi. 

Il Cavalluccio è chiamato a una prestazione speciale per onorare la memoria di Edmeo Lugaresi, il presidente bianconero morto 8 anni fa proprio in questa giornata, il 26 settembre.