H.Verona-Cesena 3-0 | Il Verona è di un'altra categoria, il Cesena si arrende ancora lontano da casa

 di Marco Manuzzi  articolo letto 5604 volte
© foto di Federico Gaetano
H.Verona-Cesena 3-0 | Il Verona è di un'altra categoria, il Cesena si arrende ancora lontano da casa

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Boldor, Souprayen; Zaccagni (80' Troianiello) , Fossati, Romulo; Bessa (70' Gomez), Pazzini, Siligardi (64' Valoti).
A disp.: Coppola, Ganz, Luppi, Maresca, Fares, Cappelluzzo. All.: Pecchia. 

CESENA (4-3-3): Agliardi; Balzano (67' Rigione), Perticone, Ligi, Renzetti; Cinelli, Schiavone (73' Laribi), Kone; Garritano, Djuric, Ciano (67' Rodriguez).
A disp.: Agazzi, Panico, Falasco, Vitale, Setola, Di Roberto. All.: Camplone. 

MARCATORI: 20' Bessa, 28' Pazzini, 61' Boldor

ARBITRO: Chiffi di Padova

AMMONITI: 19' Ciano, 22' Fossati, 59' Ligi

Il 2016 termina con una brutta, bruttissima prestazione a Verona contro i campioni di inverno della serie B 2016/2017. L'Hellas ottiene i tre punti senza correre alcun rischio e blindando il risultato di fatto già al ventiduesimo. Prova insufficiente praticamente per tutti, nessuno escluso. Ancora una volta difficoltà a metà campo e nella trasmissione di palla, poca fantasia sulle corsie con un Ciano spento e mogio e Garritano tornato alla versione 1.0. Difficile commentare oltre. Ora ci sarà la sosta condita dalla finestra di mercato: in quanti saluteranno la Romagna?

50' st Finisce qui. Il Cesena rimedia un altra sconfitta in trasferta, la quinta consecutiva con Camplone in panchina. Dopo le 11 partite lontano da casa previste nel girone di andata i bianconeri hanno guadagnato solo tre punti

47' st Pazzini vicino alla doppietta al termine di un contropiede. Agliardi para e nega al bomber il record di 17 marcature in un girone

45' st Sono stati concessi 5 minuti di recupero. Si finirà al cinquantesimo

43' st Dormita clamorosa di Nicolas in uscita: il portiere attende troppo prima di intercettare il pallone dalle retrovie consentendo a Djuric di provare il pallonetto. Bianchetti però è più veloce e spazza l'area

41' st Eros Pisano cerca la gloria personale con un missile da fuori che però gli vale la figuraccia. Palla altissima

39' st Il Cesena ormai è spento e piatto sul risultato maturato. Il Verona si permette giocate d'accademia

36' st Romulo ad un passo dal 4-0. In ripartenza il cursore gialloblù lascia sul posto la difesa romagnola, arrivando a tu per tu con Agliardi che però si oppone ed evita la rete

34' st Laribi prova a cogliere di sorpresa Nicolas con un tiro da lontano ma il tentativo fallisce. Ultimo cambio anche per il Verona: Troianiello per Zaccagni non al meglio

31' st Renzetti dalla sinistra serve Rodriguez che prova il colpo di testa schiacciato al suolo. Nicolas blocca senza problemi

28' st Copione del match che non cambia: il Verona aspetta gli avversari nella proprià metà senza rischiare nulla. Ultimo cambio per il Cesena: Schiavone termina qui il suo 2016 lasciando spazio a Laribi

25' st Rodriguez spreca tutto calciando alto da pochi metri dalla porta di Nicolas. Serata nerissima per gli attaccanti cesenati

24' st Bianconeri che ora sono schierati con un 3-5-2: Rigione, Perticone e Ligi i centrali mentre Garritano e Renzetti sono i laterali. Attacco a due con Djuric-Rodriguez

22' st Camplone ordina il doppio cambio: Rigione per Balzano e Rodriguez a posto di Ciano

19' st Cinelli vicino ad accorciare le distanze con un colpo di testa che attraversa lo specchio e si spegne in out. Primo cambio per il Verona: Valoti per Siligardi

16' st GOL! Tre a zero per i padroni di casa. A segno va Boldor con un colpo di testa in uscita da calcio d'angolo. Ligi, precedentemente ammonito per una brutta entrata, lo aveva lasciato colpevolmente libero di saltare a pochi passi da Agliardi

13' st Il Cesena continua ad avere baricentro alto, portando la linea difensiva ad altezza della metà campo. Il Verona aspetta ma Pecchia non è affatto soddisfatto

11' st Altra uscita di Nicolas ma questa volta è Djuric a rimanere a terra lamentando un contatto di troppo. Per Chiffi non c'è nulla e si prosegue

8' st Poco fa due palloni persi in rapida successione per Cinelli e Garritano. Intanto dopo un uscita alta è rimaso a terra il portiere del Verona Nicolas

6' st Si preparano i primi cambi mentre i ritmi continuano ad essere bassi

3' st Così come in chiusura di primo tempo, il Cesena continua a stazionare stabilmente nella metà campo veronese. Allo stesso modo l'Hellas continua a chiudere tutti gli spazi

1' st Riprende match, nessun cambio fra i 22

Pazzini è una regola, soprattutto contro il Cesena. La sua sedicesima rete in campionato vale il raddoppio ai danni di un Cesena ancora una volta troppo leggero e timoroso in trasferta. Vero è che fra le due formazioni, in questo primo tempo, si è visto un ampio divario tecnico e caratteriale. Il Verona è squadra completa e quadrata, il Cesena no. Prestazione incolore per i tre centrocampisti, Garritano e Renzetti. Per loro e per tutto il Cesena ci saranno ora 45 minuti nei quali cercare il riscatto.

45' pt Finisce senza recupero il primo tempo al Bentegodi. Cesena sotto di due reti all'intervallo

43' pt Ancora Ciano e ancora un tiro a lato dalla distanza. Il Cesena non riesce ad avvicinarsi alla porta scaligera

41' pt Tiro a giro dal limite per Ciano, Nicolas immobile guarda il pallone sfilare di poco a lato

39' pt Da qualche il minuto il Cesena è proiettato in avanti ma pericoli non se ne registrano. Il Verona, rispetto all'avvio di gara, attende il Cesena circa 10 metri più indietro lasciando così spazio alla manovra romagnola

36' pt Schiavone ci prova dai 25 metri, pallone a lato e rimessa dal fondo

33' pt Ci prova Siligardi da fuori: palla a lato di 15 metri

31' pt Neanche i lanci lunghi verso Djuric trovano fortuna: Fossati si abbassa andando a formare una sorta di triangolo con i centrali difensivi contro il quale il bosniaco non può nulla

28' pt GOL! Raddoppio del Verona. Il marcatore è il 'solito' Pazzini, ormai abbonato al gol contro il Cesena. La punta sigla la rete in tap-in dopo un ottimo intervento di Agliardi ad allontanare

26' pt Sulla corsia destra Souprayen riesce spesso e volentieri a guadagnare il fondo ai danni della catena Balzano-Kone

23' pt Ancora difficoltà nel giro palla bianconero. Il pallone non riesce ad uscire dai fraseggi fra i difensori, gli avversari chiudono linee e spazi sottraendo il possesso al Cesena

20' pt GOL! Sugli sviluppi della punizione costata il giallo a Ciano il Verona trova il vantaggio con Bessa. Il tiro da fuori non lascia scampo ad Agliardi, in parte coperto da Balzano che aveva allontanato di testa

17' pt Qualche istante fa buona occasione per Djuric a seguito del suggerimento di Garritano. Il bosniaco però è lento e non riesce a concludere, finendo contro il difensore avversario

15' pt Molto attenti i due centrali difensivi bianconeri in questa prima fase di gara, in particolare su Pazzini. Diverse difficoltà in transizione, i tre centrocampisti non riescono a proporsi con efficacia

13' pt La partita per il momento si gioca a ritmi davvero bassi. Diversi fischi di Chiffi ad interrompere il gioco

10' pt Il più attivo è Fossati fra i padroni di casa, coadiuvato da Romulo e Bessa in pressing sulle linee di passaggio bianconere. Kone oggetto di cori razzisti

8' pt Il Verona cresce e prova a condurre da subito il match. Il Cesena non riesce a sviluppare 

5' pt Prima occasione del match! Boldor vicino alla rete sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Conclusione a lato di pochissimo deviata da Ligi

3' pt Primo corner del match assegnato al Verona. Ligi ha spedito palla in angolo evitando così l'arrivo di Bessa

1' pt Iniziata ora Verona-Cesena con qualche minuto di ritardo rispetto agli altri campi. Primo pallone gestito dai bianconeri

Ultima gara del 2016 per il cavalluccio e ultima occasione utile per invertire lo spaventoso trend negativo in trasferta in questo anno solare. Gli uomini di Camplone sono chiamati alla difficile prova contro l'Hellas Verona, attuale prima della classe e favoritissima per la vittoria finale del torneo. In serie B i 27 precedenti fra le due squadre contano 13 vittorie gialloblù, 5 bianconere e 9 pareggi. L'osservato speciale non potrà che essere Giampaolo Pazzini, a segno per ben quattro volte nelle ultime 6 sfide contro il Cesena. Fra le file dei padroni di casa saranno assenti in difesa Cherubin, Albertazzi e Caracciolo mentre nei restanti reparti l'unico indisponibile risulta essere Zuculini.