Cesena-SN Notaresco 3-2 | Benassi fa il miracolo al minuto 89'!

La diretta testuale del nostro amato Cavalluccio
12.12.2018 20:23 di Gian Piero Travini  articolo letto 30688 volte
Cesena-SN Notaresco 3-2 | Benassi fa il miracolo al minuto 89'!

Cesena 3
SN Notaresco 2

CESENA (4-2-3-1): Agliardi; Noce, Ciofi, Benassi, Valeri (30' st Poggi); Campagna (50' st Andreoli), De Feudis; Tortori (26' st Capellini), Fortunato (17' st Tonelli), Alessandro (47' st Viscomi); Ricciardo. A disp: Sarini, Tola, Zamagni, Pastorelli.. All: Angelini.
SAN NICOLÒ NOTARESCO: Monti; Fabriani, Salvatori, Dalmazzi (45' st Dalmazzi), Mozzoni (5' st Sieno); Candellori, Blando, Bontà; Liguori (23' st Laringe), Minella (37' st  Manari), Moretti. A disp: D’Ostilio, Di Stefano, Fiscaletti, Ruçi, Leonzi, Marcelli. All: Antognozzi.
ARBITRO: Emmanuele di Pisa. ASSISTENTI Besozzi di Sondrio e Agostino di Sesto San Giovanni.
RETI: 11' pt Ciofi (C), 15' pt Minella (N), 23' pt Salvatori (N), 46' pt Tortori (C), 44' st Benassi (C).
AMMONITO: Ciofi (C), Salvatori (N), De Feudis (C), Moretti (N).

È finita e il Cesena ha vinto, e il Matelica resta a +1. E per la prima volta nel corso di questa stagione i ragazzi di Angelini riescono a battere una formazione di alta classifica: prima di stasera solo un pareggio e tre sconfitte. Bene, anzi benissimo, ma le buone notizie finisco qui. Ora le cattive: la difesa bianconera è tutt'altro che impeccabile: per la seconda volta nel corso di questo campionato concede due gol nel corso della stessa partita e a più riprese è andata vicina a subire il terzo. Per la prima volta nella storia del neonato Cesena FC i bianconeri subiscono una rimonta, pur parziale: non era mai successo di andare avanti e ritrovarsi poi ad inseguire. Dal punto di vista del gioco gli abruzzesi hanno dominato e persino il pareggio sarebbe andato stretto al San Nicolò Notaresco: eppure il Cesena è stato bravo a trovare i guizzi vincenti pur senza dominare dal punto di vista tattico. Infine da segnalare l'infortunio a Valeri che potrebbe essere di natura muscolare e non banale e la sicura squalifica di De Feudis, diffidato e ammonito. Per stasera però godiamoci i tre punti ma consapevoli che c'è ancora tantissimo da lavorare per restare in scia al Matelica.

52' st È finita! Il Cesena ha vinto 3-2 con estrema fortuna e un po' meno merito ma va bene lo stesso! Ben 7' di recupero nella ripresa.

51' st siamo già oltre i 5' di recupero, siamo in attesa del fischio finale. Ci sarà ancora un minuto in virtù dei due cambi del Cesena effettuati nel recupero.

50' st Andreoli per Campagna per il Cesena.

49' st da pochi passi Manari per gli ospiti manda alle stelle la palla del possibile 3-3. Questo è un regalo di Natale anticipato, senza alcun dubbio! Rigore in movimento su cross di Moretti, il migliore degli abruzzesi.

49' st siamo nel quarto giro di orologio, ne manca ancora poco più di uno. San Nicolò Notaresco in possesso palla.

47' st Viscomi per Alessandro.

45' st ci saranno 5 minuti di recupero.

45' st entra Di Stefano per gli ospiti, esce Dalmazzi.

44' pt GOOOOL CESENA! 3-2 per i padroni di casa! Benassi trova la deviazione vincente al termine di una prolungata azione in area abruzzese su ennesimo cross di Alessandro.

42' ci prova anche il Cesena, Alessandro va due volte al cross ma non se ne fa nulla. Poi entrataccia di Moretti, ammonito, su Noce.

40' st ammonito De Feudis per fallo tattico su Moretti, ripartito nell'ennesimo contropiede. De Feudis era diffidato e salterà la trasferta di Castelfidardo domenica prossima. Visto anche l'imminente recupero di Biondini potrebbe essere stato anche un cartellino ben speso.

38' st Bontà sorprende tutti con un tiro dalla distanza deviato da Ciofi che inganna Agliardi per un nulla termina in calcio d'angolo. San Nicolò Notaresco decisamente più pericoloso e più determinato nella ricerca dei tre punti.

37' st esce Minella, entra Manari per gli abruzzesi.

35' st Ricciardo non controlla la sfera che termina a fondo campo. Mancano ormai dieci minuti più recupero ma le energie sembrano essere esaurite, almeno per quel che riguarda i padroni di casa.

33' st il Cesena prova a ripartire con lanci lunghi ma è troppo confusionario, mentre gli ospiti sono sempre pericolosi con i cross dalle fasce.

32' st Minella manca per un soffio l'impatto con il cross dalla destra di Moretti e San Nicolò Notaresco vicino al terzo gol: che spavento per il Cesena!

30' st Valeri a terra, sembra costretto a chiedere il cambio. Potrebbe essere un brutto colpo per il Cesena. Il gioco è fermo da oltre un minuto. Entrerà Poggi al suo posto.

28' st Alessandro smarca Valeri con un colpo di tacco ma quest'ultimo perde l'attimo vincente. Ribaltamento di fronte e Minella va al tiro ma fuori bersaglio.

26' st fuorigioco per Tortori che viene successivamente richiamato in panchina per far posto proprio a Capellini.

25' st si prepara ad entrare tra le fila bianconere il golden boy delle Vigne Nicola Capellini.

23' st esce Liguori per gli ospiti, entra Laringe.

22' st è sempre il San Nicolò Notaresco a fare la partita, il Cesena si limita ad attendere. Atteggiamento difficilmente comprensibile da parte dei padroni di casa, probabilmente scossi ancora per il fulmineo 1-2 del Cesena.

19' pt Cesena prova ad affacciarsi in area avversaria: poche idee ma confuse.

17' st atterrato Minella lanciato in contropiede. Intanto il Cesena prepara un cambio: Tonelli per Fortunato.

15' st angolo per il San Nicolò Notaresco ma è fallo in attacco.

14' st altro brivido per il Cesena: Moretti va al tiro e Noce con lo stinco salva in angolo. Che paura per i bianconeri!

13' st brutta palla persa del Cesena, contropiede del San Nicolò sprecato però dagli ospiti.

11' st Ricciardo prolunga per Fortunato, ma l'ex Pineto commette fallo in attacco.

5' st Doppio gioco sulla sinsistra Alessandro-Valeri, che si accendono come lucine dell’Albero di Natale: ad intermittenza. Però quando si beccano è tanta roba e si spera che da quella parte l’appuntamento con il gol sia solo rimandato.

Sto male. Sto male. Sto male. Sto male.
Sto male.
Con ordine: squadra bassa, molle, che rischia grosso contro un avversario giovane ma che non vuole chinare la testa. Angelini deve mettere rimedio alla problematica di essere raggiunti dopo il vantaggio nel giro di 5', ma magari ci pensiamo da giovedì. In questo mercoledì freddo e bugiardo – vogliamo parlare delle porcate del Matelica questo pomeriggio a Martorano? – serve dare tutto e soprattutto non guardare in faccia a nessuno.
Alle due fotocopie Ciofi-Minella è Salvatori a rispondere, portando sul 1-2 il San Nicolò Notaresco che però non va a chiudere la gara approfittando del momento di sbando dei bianconeri, che non sembrano riuscire a focalizzare un gioco utile pur crescendo nelle ripartenze mano a mano che il tempo passa. E alla fine è il più tecnico dei bianconeri, Tortori, ad indossare il grembiale del fabbro ferrario da libro Cuore e a buttarla dentro a colpi di vigore.

46' GOOOOOOOOOOOL DEL CESENA!!!! Tortori risolve di cattiveria, rabbia, culo e altre cose che alla fine ti fanno vincere il campionato una mischia in area con l’ennesimo pallone che passa in area: una liberazione e una manna prima di scendere negli spogliatoi! (2-2)

45' Dalla sinistra è la palla più bella che spiove: Fortunato ha nuovamente il tempo. Lo spazio. La possibilità. Lo stadio trattiene il respiro. E niente, ciao.

44' Alessandro calcia di nuovo a rientrare defilato sulla sinistra e nel gioco dei rimorchi è Fortunato ad anticipare male Ricciardo di testa in area piccola, alto.

40' Moretti prova da fuori area, un po’ velleitario, ma a questi va bene perdere minuti... è a noi che non dovrebbe andar bene, ma c’è poca lucidità e soprattutto a sinistra manca lo spunto giusto.

39' Tortori nuovamente non può nulla con il modulo ad ‘evidenziatore’ del Notaresco, che vuole chiudere il primo tempo (giustamente) in vantaggio.

33' Dopo un paio di palloni persi, Alessandro riesce a entrare in area: batti e ribatti, Ricciardo non riesce a girarsi e scarica a De Feudis che impatta sul muro fluorescente del Notaresco. Cesena sempre lì, ma manca la cattiveria di chi segna.

26' In difesa il Notaresco sembra una banda di bimbi delle elementari quando attraversa la strada senza tenere la manina sulla corda e Ricciardo ha la palla d’oro per il pareggio, ma allarga la conclusione.

24' Spiovente da Tortori, attivissimo, Benassi ‘ruba’ il pallone a Ricciardo e la manda contro i cartelloni pubblicitari.

23' GOL DEL NOTARESCO! Sugli sviluppi di un calcio piazzato il Cesena subisce pesantemente da Salvatori che batte da solo Agliardi. Difesa immobile. Cesena comunque molto, troppo basso. (1-2)

19' Alessandro cogliona Fabriani e mette defilato per Tortori che rientra, guadagna una angolo, ma poi da fermo l’azione si spegne. Intanto Ricciardo inizia a mettere pressione sulla retroguardia abruzzese.

15' GOL DEL NOTARESCO! Come in una tragica fotocopia: cross dalla sinistra dell’avanti del Notaresco e ‘solito’ gol di Minella (1-1)

11' GOOOOOOOOOOL DEL CESENA!!!! Sugli sviluppi di una punizione da destra di Alessandro la palla spiove in area: scarico su Benassi che spiove in mezzo e di testa CIOFI la pone gentilmente dove Monti può solo sognarla. (1-0)

7' Primo tiro della partita: Liguori punta Valeri e lo aggira sulla sinistra calciando a lato.

5' Per ora è palla lunga e pedalare. Si segnala una divisa verde Stabilo boss per il Notaresco imbarazzante che distoglie l’attenzione dalla chierica di Angelini, sin da subito in piedi per dare indicazioni ai bianconeri, probabilmente per la prima volta in dieci anni.

Sono tre punti obbligati: a Martorano la Savignanese non ce l’ha fatta a castigare il Matelica come i cugini sammauresi e quindi il Cesena invece che giocare per il sorpasso, non può perdere possibilità di rimanere agganciati alla locomotiva marchigiana.
Angelini non cambia la formazione vincente contro la Vastese e in questo freddo mercoledì si affida alla Trinità più Uno Alessandro-Tortori-Ricciardo-Fortunato.
Torna Zamagni in panchina, ma reparto attaccanti in debito di una unità per la cessione di Casadei e il fermo ai box di De Angelis, che ancora farà un po’ penare prima di poter essere in pieno regime.
Pubblico decimato dal freddo che nemmeno Napoleone ai tempi dei sogni russi, Biondini a riposo precauzionale e io ho il cappotto ma ho freddo dentro: questa gara mi fa paura e cercherò di mettervi nel mood giusto a voi a casa.
Sono Gian Piero Travini e questa è la diciassettesima giornata di un campionato che non ci dovrebbe appartenere: buona partita e Forza Cesena!