Camplone non vuol far calcoli: "Da pazzi buttare al vento il lavoro di una stagione"

 di Redazione Tuttocesena  articolo letto 1200 volte
Fonte: Cesena Calcio
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Camplone non vuol far calcoli: "Da pazzi buttare al vento il lavoro di una stagione"

Andrea Camplone poco prima di salire sull'aereo per la Sicilia ha risposto alle domande dei cronisti alla vigilia dell'ultima trasferta della stagione.

Mister partiamo da sabato scorso, è possibile che la squadra si sia sentita già salva ancor prima di giocare? “Assolutamente no anche perché matematicamente ci serviva ancora un punto. Analizzando la partita, ritengo che abbiamo disputato un discreto primo tempo e un grandissimo secondo tempo, è mancato solamente il goal.”

Domani sarà un bel caldo e non solo per la temperatura ma anche in campo, è d’accordo? “Ci attende una partita importante dopo il passo falso con il Novara. Andremo a Trapani con l’intento di chiudere il discorso salvezza senza pensare ai risultati delle altre squadre; ora dipende tutto da noi stessi, sarebbe da pazzi buttare al vento il lavoro di un’intera stagione.” 

A livello mentale è più facile preparare una partita di questo genere? “In realtà è complicatissimo perché in caso arrivassero risultati positivi nel pomeriggio, si rischia di giocare con la testa altrove, in caso contrario invece aumenterebbero le pressioni in un match per noi fondamentale. In settimana abbiamo lavorato proprio sulla testa, mantenendo sempre alta la concentrazione, come dico sempre anche ai miei ragazzi: ancora nulla è deciso, dobbiamo restare sul pezzo fino alla fine.”

Un Trapani rigenerato in casa e pronto a giocarsi la partita della vita. “Il Trapani ha disputato un girone di ritorno a dir poco spettacolare, ha ritrovato entusiasmo, voglia e determinazione; dovremo restare molti attenti per tutto l’arco dei 90’ minuti, siamo pronti a giocare alla morte.”