A TE DEG ME "Su Castori e sull'invidia..."

 di Redazione TUTTOCesena  articolo letto 1202 volte
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
A TE DEG ME "Su Castori e sull'invidia..."

Michele: "E quindi, a Cesena, secondo il buon Severi, ci sarebbero tifosi neri di rabbia e di invidia se il Cesena fa punti e se Castori lo tiene in vita. 

Ebbene, caro Severi, il consiglio immediato è quello di venirci, a Cesena, e di capire come stanno davvero le cose , che la Germania è lontana e la distanza, evidentemente, può fare brutti scherzi di comprensione dei fatti e degli stati d'animo.

Ma siccome sono buono e generoso, caro Severi, te lo dico io che aria tira qua da noi, in Piazza del Popolo e dintorni.

Se il Cesena si dovesse salvare giocando da schifo, tirando in porta due volte da qui alla fine del campionato, facendo solo catenaccio e palla in tribuna, giocando con Cascione centravanti titolare ogni gara e senza che Castori azzeccasse un solo cambio, TUTTI i tifosi del Cesena farebbero salti di gioia che nemmeno Sara Simeoni ai tempi d'oro.

Perché essere TIFOSI è una cosa, è avere il bianconero di Romagna sottopelle, nel DNA, è sperare di vincere anche quando sei sotto di tre gol a cinque minuti dalla fine, è non avere appetito dopo una sconfitta o pensare di poter ancora andare ai playoff dopo ogni misera vittoria, mentre sperare in un futuro progetto tecnico-tattico con cui vedere un bel calcio propositivo è tutta un'altra cosa, è una questione di gusto, di ambizione e di voglia di vedere la propria squadra del cuore giocare meglio dell'avversario, nella convinzione che giocare meglio coincida spesso con i tre punti. Il tutto, possibilmente senza paraocchi e partiti presi

Forza Cesena".