A TE DEG ME: "Da dove nasce l'odio per il bel gioco?"

20.12.2017 08:00 di Redazione TUTTOCesena  articolo letto 975 volte
© foto di DiLeonforte/TuttoCesena.it
A TE DEG ME: "Da dove nasce l'odio per il bel gioco?"

Michele: "Ogni volta che leggo gli spunti del vate Severi, oltre a trovar conferma della sua incontenibile attrazione sessuale per le gesta randellatorie del buon Cascione (che, va detto, è certamente un bel giovanotto aitante e con una chioma invidiabile), mi chiedo, calcisticamente parlando, da dove provenga il suo odio sfrenato per il cosiddetto BEL GIOCO. Che da piccolo, all’oratorio, fosse quello che tutti gli facevano il tunnel e lo irridevano palla al piede saltandolo con gran facilità? Che le idee tattiche del triangolo, della sovrapposizione, della verticalizzazione gli fossero indigeste fin dalle prime figurine Panini collezionate alla scuola elementare? Che l’unico poster appeso nella sua cameretta fosse quello di Gaetano Salvemini?
Resta il fatto che continuando a dire che finalmente, con Castori, il Cesena ha abbandonato l’idea di giocare bene a calcio, potrebbe anche succedere che il mister di Tolentino, nel suo piccolo, si incazzi un po’, anche perché il Cesena di Castori, quando può e avversario permettendo - e pur con tutti i limiti della rosa che conosciamo tutti a memoria - gioca anche bene...
Forza Cesena".