A TE DEG ME - Calcio e frigoriferi (e Cascione, Sensi e Drago)

 di Redazione Tuttocesena  articolo letto 748 volte
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
A TE DEG ME - Calcio e frigoriferi (e Cascione, Sensi e Drago)

Amedeo torna ancora sui 10 (s)punti di Stefano Severi e sulla mancanza di... Cascione. E questa volta Stefano Severi risponde. Come sempre inviate i vostri commenti a info@tuttocesena.it

Amedeo: "Caro Severi,
chi scrive è uno di quelli che, nella famosa unica apparizione del Cavalluccio in Coppa Uefa, Cesena-Magdeburgo, faceva il tifo dalle tribune in tubi Innocenti della Fiorita.
Da qualche tempo seguo i suoi commenti su Tuttocesena, talvolta concordo con Lei, altre volte no.
Già dallo scorso campionato i suoi giudizi eccezionali su Cascione, comparati a quelli mediocri su Sensi (e talvolta anche Kessie..) mi avevano lasciato più di una perplessità. Parliamoci chiaro il Cesena lo scorso campionato ha divertito, una delle migliori Squadre che ricordo, merito di Drago e di tanti, ma soprattutto di quelli che quest'anno NON ci sono più fra i quali Sensi e Kessie.
Lo scorso campionato di Cascione, giocatore che comunque stimo per la sua serietà e lo spirito di servizio in campo, è stato a mio avviso sotto la media. Se vogliamo la prova più evidente di quello che dico è che Sensi e Kessie ce li hanno scippati e adesso giocano in serie A , mentre il buon Cascione è rimasto a Cesena...
Se poi parliamo di questo campionato le cose cambiano: nella mediocrità del centrocampo bianconero Cascione serve eccome e quindi sono d'accordo con Lei nell'augurare al "nostro" un rientro il più veloce possibile.
Un'altra cosa: l'esonero di Drago è stato purtroppo necessario, ma finiamola di dare al vecchio condottiero colpe che NON ha.
Infine cerchi in futuro di essere un pochino più "simpatico": guardi che uno che vende o aggiusta frigoriferi può essere esperto di calcio, come, quanto, o più di Lei ....
Forza Cesena".

***

Caro Amedeo,

una delle cose che più amo dello scrivere i miei 10 (s)punti è il poter rispondere a critiche ed osservazioni come queste: penso sia il sale del sano dibattito tra tifosi. Tralasciando la battuta sui frigoriferi - sono stato ripreso bonariamente anche dal mio amico Luca di Ponte Abbadesse, valoroso tecnico frigorista - concordo che nella passata stagione Cascione sia apparso sottotono, ma rischiamo di riaprire un dibattito infinito: quelli che un anno fa facevano la differenza (e la stanno facendo anche in A) sono Kessie, Caldara e Ragusa, non certo Sensi (a proposito: devo chiedere di lui a Federica Sciarelli?). Su Drago, beh, ha una colpa fondamentale: aver trasmesso a questa squadra tutta la propria personalità...

Un cordiale saluti

Stefano Severi