A TE DEG ME - #BastaUsi e una doverosa precisazione

 di Redazione Tuttocesena  articolo letto 727 volte
© foto di Marco Rossi/TuttoCesena.it
A TE DEG ME - #BastaUsi e una doverosa precisazione

Sabato scorso i tradizionali 10 (s)punti di Stefano Severi contenevano nel titolo e nell'hashtag un richiamo alle vicende attuali di politica di questi giorni, in particolare con riferimento al referendum costituzionale di domenica prossima. Pubblichiamo la lettera di Marco da Ventimiglia che richiede doverose e legittime spiegazioni e di seguito la risposta di Stefano Severi che speriamo chiarisca definitivamente ogni dubbio.

Marco da Ventimiglia: "Carissimo Stefano,
La stima che ho di Te, mi impedisce di essere diretto ed istintivo sul tuo commento alla la partita di Sabato scorso nel quale hai infarcito gli ormai celeberrimi 9 (s)punti con altrettanti messaggi subliminali in favore del Sì al referendum di Domenica prossima. Ho scritto 9 perché il decimo non è subliminale, è proprio chiaro e limpido.
Come tutti i fautori del Sì che mi è capitato di leggere od ascoltare, constato che anche la tua intelligenza si è piegata all'oggettiva mancanza di argomenti a sostegno del Sì ed hai dovuto far appello ad un malcelato ricatto (se volete che il Cesena non fallisca, votate Sì) che fa appello sulla fede calcistica dei tuoi lettori, piuttosto che spendere le tue parole sulla vera sostanza delle tesi a sostegno della necessità di una "de-forma" così tranchant della Costituzione. In tal modo forse avresti dato un contributo positivo alla causa (per quanto fuori luogo dato il mezzo utilizzato) e magari avresti convinto me per primo. Invece io che vorrei tanto esser positivo Domenica votando Sì, continuo a non trovare motivi per ribattere alle tesi di Scarpinato (link) ed di Odifreddi (link) sui quali avrei piacere di leggere i tuoi pensieri in uno o due dei tuoi prossimi (S)punti.
Un caro saluto lungo 20miglia".

***

Caro Marco,

innanzitutto grazie per la lettera che mi permette di chiarire una questione rimasta aperta sin da sabato scorso. Il titolo/hashtag #BastaUsi conteneva un volontario errore (mancava una lettera, la 'n') per riprendere goliardicamente il volantino che il partito del Presidente del Consiglio in carica ha inviato a tutti gli italiani all'estero. Con una grande dose di approssimazione lo stesso errore è stato commesso anche nell'indicare il sito web (www.bastausi.it) che risulta essere stato in seguito registrato dal comitato del NO (e riporta a Costituzione Bene Comune). In definitiva: poteva sembrare un invito a votare sì quando in realtà era più una presa in giro, fatta con spirito goliardico e spero non offensivo, usata per attualizzare considerazioni altrimenti sportive.

Non c'èra e non c'è alcuna indicazione di voto ma solo la volontà: TuttoCesena ha lo scopo di riunire i tifosi del Cesena e a tal fine siamo sempre impegnati alla ricerca di comun denominatori, non certo di motivi di divisione. È già difficile non "combattersi" quando si affrontano le questioni societarie (e noi cerchiamo di dare spazio a tutte le voci) che non ci pensiamo nemmeno a prendere posizione su questioni extra sportive.

Sul sì della società di Corso Sozzi: per quanto limitata questa visione possa sembrare, è pur sempre la realtà. I dirigenti bianconeri contano ormai i giorni che li separano dall'approvazione della Legge Finanziaria per ottenere un cospicuo sconto sulle cartelle di Equitalia. Le coperture sono però piuttosto incerte e una sconfitta nel Referendum indebilirebbe tantissimo la posizione di Renzi, minimizzandone lo spazio di manovra (leggi anche: comanderebbe la Germania). Questo è uno scenario che ho ritenuto opportuno riportare.

Possiamo poi discutere su quanto sia concreto e percorribile: posso certamente rivelare che non sarebbe la mia soluzione preferita. Una riduzione del debito con l'erario rappresentebbe una semplice "pezza" ad un problema molto più ampio, risolvibile solo con una nuova gestione. Non necessariamente ripartendo da zero, precisazione importante, ma seguente un passaggio di mano. 

Spero comunque tutto questo abbia chiarito la mia posizione - e di rimando quella di TuttoCesena - sulla questione politica #BastaUsi.

Cordialmente,

Stefano Severi